The 80s Cafe (Italiano)

Mary Ellen Trainor

A volte, guardando i film degli anni ’80, appare un personaggio di supporto con un volto molto familiare, e non sappiamo dove lo abbiamo visto. Questo è quello che ci può succedere con l’attrice Mary Ellen Trainor. Quindi, a freddo, è possibile che tu non sappia nulla, ma questa attrice è riuscita a partecipare a diversi film, tra cui due delle saghe d’azione di maggior successo degli anni ’80: Arma Letale (Lethal Weapon) e Die Hard (Die Hard).
Attualmente, abbiamo la sensazione che tutta la nostra società sia corrotta, tra le altre cose, dal tamponamento. Con questo termine mi riferisco al fatto di collocare un parente o un amico in qualche posizione o lavoro, per il solo fatto della vicinanza o della parentela. Ebbene, questo non è esclusivo del nostro tempo, ma è stato praticato per anni, e molto di più nel mondo del cinema.
Mary Ellen, quasi 30 anni, era pronta a rinunciare alla sua carriera di attrice a causa del poco successo professionale che aveva avuto. Ma non ricordava un piccolo dettaglio: era sposata con uno dei registi più famosi del momento: Robert Zemeckis. È noto per aver diretto film come Forrest Gump o la trilogia di Ritorno al futuro (un vero crack, dai), tra gli altri. Vedendo il povero futuro di sua moglie, Zemeckis decise di iniziare a darle piccoli ruoli nei suoi film, per vedere se il flauto suonava e qualcuno la notava, offrendole un ruolo da protagonista. È abbastanza indicativo del livello di recitazione dell’attrice, il fatto che nemmeno il suo stesso marito le ha offerto ruoli di primo piano…
Così, il tamponamento è iniziato con la partecipazione al film Dopo il cuore verde (Romancing the stone) diretto da suo marito, in cui interpretava Elaine, che viene rapita in Colombia dai trafficanti di droga. Il film di Zemeckis ha come protagonisti Michael Douglas, Kathleen Turner e Danny DeVito.

I Goonies

L’amicizia che Robert Zemeckis aveva con Steven Spielberg deve aver influenzato Mary Ellen a partecipare a un film di Richard Donner, sceneggiato e prodotto da Spielberg stesso.
Il film racconta il viaggio di un gruppo di amici alla ricerca di un tesoro per evitare di essere sfrattati. Come molti di voi avranno intuito, questa è la trama del leggendario film d’avventura giovanile I Goonies, dove interpretava la madre dei fratelli Mikey e Brand, interpretati da Sean Astin e Josh Brolin. Recentemente è apparsa una notizia in cui si vociferava del possibile sequel del film, che si sarebbe concentrato sui figli dei protagonisti originali. Nel caso in cui sia vero, spero che facciano molta attenzione per non rovinare i ricordi della gente della mia epoca.

Lethal Weapon

Donner deve essere stato soddisfatto del suo breve lavoro, perché un paio di anni dopo decise di affidarle il ruolo della psichiatra Stephanie Woods in Lethal Weapon, riprendendo il ruolo in tutte le quattro puntate della saga. Lo stesso regista le offrì un altro ruolo nell’esilarante I fantasmi attaccano il capo (Scrooged), con Bill Murray. Tra questi due film, ha accettato il breve ruolo della presentatrice Gail Wallens in Die Hard. Con questi ruoli, aveva già ottenuto ruoli in due dei più memorabili film d’azione degli anni ’80. Un fatto curioso è che Trainor tornò a interpretare Gail Wallens nel film Ricochet, con Denzel Washington in quello che potrebbe essere considerato un crossover (incrocio tra personaggi di diverse storie, serie o film).

Ritorno al futuro II

Prima che suo marito tornasse ad usare la sua posizione per dare all’attrice il ruolo fugace di un poliziotto in Ritorno al futuro II, Mary Ellen apparve in Ghostbusters II, il secondo capitolo del film cult Ghostbusters di Ivan Reitman. In seguito è apparsa di nuovo nei film La morte vien da sé e il premio Oscar Forrest Gump, entrambi diretti da Robert Zemeckis.
A parte alcune collaborazioni in alcune serie o film come Executive Decision, di cui non farò spoiler, ma dirò che è il miglior film di Steven Seagal, con una scena che mi ha fatto alzare in piedi e applaudire XDDDDDD, Mary Ellen Trainor non ha partecipato a molti altri progetti, tanto meno dopo il suo divorzio nel 2000. coincidenza? Non credo…

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *