Tedesco condannato per omicidio torna in Germania dopo 33 anni di prigione negli Stati Uniti

Berlino, 17 dicembre (EFE) – Jens Söring, un cittadino tedesco condannato nel 1985 all’ergastolo per l’omicidio dei genitori della sua ragazza di allora, è tornato oggi in Germania dopo aver scontato più di 33 anni in una prigione statunitense.

“Tutto questo è abbastanza travolgente”, ha detto Söring al suo arrivo all’aeroporto di Francoforte, dove è stato accolto dagli amici che lo hanno sostenuto per tutti questi anni.

Söring, 53 anni, si è detto molto felice di essere “finalmente” tornato in Germania e ha detto che oggi è stato il giorno “più felice” della sua vita.

Ha ringraziato tutti coloro che lo hanno sostenuto in questi anni e senza i quali, ha detto, non avrebbe sopportato tutto questo tempo in prigione.

Ha chiesto comprensione per i media per lasciargli godere “un po’ di tranquillità” per stare con i suoi amici e “atterrare psicologicamente ed emotivamente” in Germania, mentre ringraziava il grande interesse che hanno dimostrato per la sua situazione e la sua vita.

Söring è stato condannato due volte all’ergastolo per l’omicidio dei genitori della sua fidanzata di allora, Elizabeth Haysom, che a sua volta è stata condannata a 90 anni di prigione per incitamento a commettere un omicidio.

In un primo momento, Söring ha confessato gli omicidi solo per poi ritrattare; da allora ha sostenuto la sua innocenza.

Secondo Söring, la sua ragazza di allora era quella che ha commesso l’omicidio e lui si è dichiarato colpevole per proteggerla dopo che lei lo ha convinto.

Il 25 novembre, una commissione della Virginia, negli Stati Uniti, ha deciso di concedere a Söring e Haysom la libertà condizionata e ha ordinato la loro estradizione in Germania e Canada, rispettivamente.

Anche se la commissione ha detto chiaramente che i due hanno commesso un “crimine terribile”, ha considerato che all’epoca dei fatti erano molto giovani e che dopo più di 30 anni di prigione avevano già scontato la loro pena.

Derek e Nancy Haysom furono brutalmente accoltellati a morte nel 1985 nella loro casa di Lynchburg, in Virginia, e i sospetti caddero sulla loro figlia Elizabeth e sul suo fidanzato di allora, Söring, figlio di un diplomatico, che si erano conosciuti all’Università della Virginia.

Söring e Haysom fuggirono a Londra, dove mesi dopo furono arrestati ed estradati negli Stati Uniti. EFE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *