SPECIALE INFOPLAY Perché le scommesse sul Superbowl hanno portato perdite agli operatori di Las Vegas?

L’evento sportivo dell’anno negli Stati Uniti, il Superbowl quest’anno aveva tutti gli ingredienti per battere tutti i record in audience, prezzo degli spot televisivi e anche in termini di profitti per i bookies. Tuttavia, diversi operatori di scommesse sportive legali -soprattutto a Las Vegas- hanno già reso pubblici i loro lugubri risultati sotto forma di perdite. D’altra parte, questo indica che gli scommettitori hanno guadagnato più del previsto…

Analizziamo i punti salienti del segmento delle scommesse sportive in questo Superbowl LII…

Superbowl prop bets: sempre più “esotiche”

Gli operatori di scommesse sportive non hanno perso l’occasione di riempire la loro offerta di scommesse sul Superbowl con una grande quantità di prop bets. Queste “prop bets” o “proposition bets” sono un tipo di scommesse laterali o di contorno che sono offerte solo su partite rilevanti e non sono interamente focalizzate su aspetti sportivi. In occasione del Superbowl, queste scommesse prop hanno di solito come argomento principale elementi esterni come quello che sarà il primo annuncio dopo l’Half Time Show, quale sarà il risultato del lancio della moneta che serve a decidere quale squadra ha il primo possesso nel gioco, la durata dell’interpretazione dell’inno nazionale -che quest’anno era a carico del Rosa- o anche quale colore sarà la bevanda energetica della marca Gatorade in cui l’allenatore della squadra vincente è di solito “bagnato” alla fine del gioco….
Ma quest’anno, queste scommesse sono aumentate drammaticamente per diverse ragioni. Il principale era il favoritismo dei New England Patriots, che incoraggiava la gente a cercare scommesse diverse dal vincitore del gioco. Così, tra le scommesse più esotiche, gli scommettitori potevano trovare mercati come quante volte Donald Trump avrebbe twittato durante la partita o quali parole avrebbe usato nei suoi messaggi.
Bovada, uno dei fornitori del software di gestione di molti bookies di Las Vegas ha dichiarato che quest’anno, le scommesse prop sono state contate in migliaia e che Donald Trump o Justin Timberlake – il cantante che si occupava dello spettacolo dell’intervallo – sono stati i protagonisti di più di cento di esse. Ma nella lista di queste scommesse curiose potremmo anche vedere per esempio mercati come quello che sarebbe il colore della felpa dell’allenatore dei Patriots Bill Belichick o se la cantante Pink indosserebbe un distintivo che la riconoscerebbe come fan degli Eagles.

Il peso dei grandi nomi

Ma il problema principale per gli operatori è venuto dalle scommesse collaterali più legate alle prestazioni di giocatori e squadre. I New England Patriots e i Philadelphia Eagles sono due squadre molto conosciute negli Stati Uniti e molti dei giocatori che partecipano a questo Superbowl sono vere e proprie stelle nel paese. Questo ha logicamente significato che la maggior parte dei mercati in cui questi giocatori erano coinvolti hanno ricevuto un grande volume di scommesse, ma ciò che non è così comune e che ha portato alla fine a queste perdite è che il risultato di questi mercati era sempre l'”over”. Così, per esempio, mercati come questi ….

– Punti totali della partita
– Punti totali dei New England Patriots
– Punti totali dei Philadelphia Eagles
– TouchDown totali nella partita
– Passing Yards totali del quarterback dei New England Patriots (Tom Brady)
– Passing Yards totali del quarterback dei New England Patriots (Tom Brady)
– Passing Yards totali del quarterback dei New England Patriots (Tom Brady)
– Passing Yards totali del quarterback dei New England Patriots (Tom Brady). Total Rushing Yards by New England Patriots tight end (Rob Gronkowski)
Tutti sono finiti con l’OVER (in breve la squadra o il giocatore) ha finito per fare meglio di quello che era considerato il risultato più probabile. E questo ha irrimediabilmente delle conseguenze in quanto è noto che in generale gli scommettitori tendono a scommettere a favore degli over.

Per capirlo meglio, è come se in un Clasico Barca-Madrid, la partita finisse con un risultato di 4-4 con due gol per Cristiano Ronaldo, due per Messi, due gol per Bale, due per Suarez…. Sarebbe normale che la maggior parte degli scommettitori avesse precedentemente scommesso su risultati come Messi, Cristiano, Bale hanno segnato più di 0,5 gol o che la partita è finita con più di 3,5 gol…

I grandi scommettitori di Vegas

Un altro problema è stato che nelle ultime settimane, gli allibratori di Vegas hanno accettato grandi scommesse (oltre 500.000 dollari) e la maggior parte di queste sono state a favore dei Philadelphia Eagles, che hanno sempre pagato tra le quote di 2,55 e 2,85. Anche sabato – il giorno prima della partita – è trapelato alla stampa che un cliente ha scommesso 3 milioni di dollari sulla vittoria degli Eagles all’MGM Resorts e poi è andato alla sala scommesse William Hill al Wynn Las Vegas per scommettere altri 1 milione di dollari sulla squadra di Philadelphia.

L’impatto di queste grandi scommesse è immediato: il vincitore incassa le vincite. Qualcosa che non succede con i piccoli scommettitori che puntano sulla squadra favorita….
Appena 20 minuti dopo la fine della partita, il direttore della sala scommesse Treasure Island di Las Vegas era molto chiaro: “Sarebbe stato molto meglio se non avessimo permesso grandi scommesse o prop bets su questa partita. I risultati sono stati estremamente negativi per noi. Gli Eagles potevano vincere, ma nessuno immaginava che lo avrebbero fatto in coincidenza con una partita così ricca di punti e di prestazioni individuali dei giocatori…”

Il mercato nero in un settore che non è regolamentato

Ma è proprio in questo tipo di eventi di massa, quando il divieto di scommesse sportive negli Stati Uniti a livello federale evidenzia che una grande quantità di denaro va nelle mani del mercato nero e degli intermediari illegali. Si stima che il 97% del denaro scommesso sul Superbowl sia stato gestito da intermediari illegali, e stiamo parlando di 4.550 milioni di dollari…
In effetti a Las Vegas, i casinò hanno reso pubblico che il totale del denaro scommesso per questo gioco ha superato per la prima volta il volume di 150 milioni di dollari, battendo i 138 del Superbowl dello scorso anno.
Si prevede che questa realtà possa cambiare nel corso del 2018 e che nel prossimo Superbowl, l’industria delle scommesse sia regolata in tutto il paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *