SHOW YA LUV: MATT GEIGER (Italiano)

A grande richiesta, oggi rendiamo omaggio a Matt Geiger, uno dei giocatori più amati dell’era Iverson, e non c’è da meravigliarsi, perché grazie a lui, The Answer non fu scambiato nell’estate del 2000. I Sixers avevano deciso di scambiare Iverson ai Pistons insieme a Matt Geiger in cambio di Eddie Jones e Glen Rice, ma tutto cadde a pezzi quando Geiger si rifiutò di negoziare sul suo “trade kicker”, cioè sulla percentuale di denaro che avrebbe ricevuto per essere scambiato e che si rifletteva nel suo contratto. La stagione successiva, Iverson fu l’MVP dell’NBA, raggiungendo le Finals.

Geiger arrivò nella lega nel 1992, venendo draftato al secondo turno dai Miami Heat. Matt ha giocato dieci stagioni nella NBA, quattro delle quali con i Sixers, ritirandosi nel 2002 dopo aver passato due anni con gravi problemi al ginocchio. Si distingueva per essere un centro con una mano molto buona, un giocatore che non si poteva lasciare scoperto, perché lo si infilava da qualsiasi parte.

Attualmente impegnato in investimenti immobiliari, lontano dal mondo del basket. All’inizio dell’anno scorso è riuscito a vendere una delle sue proprietà, 28.000 metri quadrati, una casa che divenne molto famosa per le sue dimensioni e per essere la scena del film come “The Punisher”.

Matt ha vissuto in quella villa, che aveva tra le altre cose, con 40 televisori, 18 di loro con console Xbox, 12 bufali, un grande bestiame personale, un lago artificiale, pista da ballo, una moltitudine di vasche idromassaggio, una sala fumatori, e così via. Ha anche cercato di costruire una piattaforma di atterraggio per elicotteri. La sua villa divenne una casa ideale per feste, spettacoli ed eventi di beneficenza.

Molti di noi hanno bei ricordi di questo giocatore, che guadagnava molti soldi nonostante fosse un sostituto, e che ci stupiva con il suo tiro facile.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *