New Amsterdam: la vera storia che ha ispirato il medical drama di Netflix

New Amsterdam è una serie della NBC che è appena arrivata su Netflix ed è già diventata una delle serie più viste della piattaforma. È una combinazione che non fallisce mai: drammi ospedalieri con temi medici e di relazioni umane che attraversano il palcoscenico. La distinzione di New Amsterdam dagli altri successi dello stile è che è una storia vera ispirata alla vita del dottor Eric Manheimer che, oltre ad essere un produttore della fiction, fa parte del team di scrittura.

Creato da David Schulner, New Amsterdam ha come protagonista Max Goodwin, un medico – interpretato dall’attore Ryan Eggold – che arriva a dirigere il più antico ospedale pubblico d’America e propone uno sguardo più umano e compassionevole sulla medicina e sul funzionamento generale dell’istituzione.

In realtà, Manheimer è stato direttore medico del Bellevue Hospital per 15 anni. Le sue affascinanti esperienze sono ciò che ha ispirato la serie della NBC. Uno degli eventi della vita reale che entra direttamente nella finzione è la diagnosi e il trattamento del cancro alla gola del protagonista, che deve combattere la malattia mentre continua a servire nella sua posizione di direttore.

Il mondo di vita del dottor Goodwin è stato costruito a partire dalle memorie pubblicate da Manheimer – Twelve Patients: Life and Death at Bellevue Hospital – e dai 150 quaderni in cui il medico in carne e ossa raccontava ogni piccolo evento che la comunità medica attraversava.

Per ora, Netflix ha due delle tre stagioni della serie. La NBC, inoltre, prevede di produrne altri due nei prossimi anni. Nella terza stagione, la fiction ritrae l’arrivo della pandemia Covid-19.

LA NACION

Topics

ShowsNetflix trendsTrends

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *