Melvin B. Tolson (Italiano)

Nel 1930-31 Tolson prese un anno sabbatico per studiare per un master alla Columbia University. Il suo progetto di tesi, “The Harlem Negro Writers’ Group”, era basato sulle sue ampie interviste con i membri dell’Harlem Renaissance. La sua poesia è stata fortemente influenzata dal suo periodo a New York. Completò il suo lavoro e ottenne un master nel 1940.

Dopo la laurea, Tolson e sua moglie si trasferirono a Marshall, Texas, dove insegnò discorso e inglese al Wiley College (1924-1947). Il piccolo college episcopale metodista, storicamente nero, aveva una grande reputazione tra i neri del sud americano, e Tolson divenne una delle sue stelle.

Oltre a insegnare inglese, Tolson impiegò la sua energia in diverse direzioni al Wiley. Ha formato una premiata squadra di dibattito, la Wiley Forensic Society. Durante il loro tour del 1935, sfondarono la barriera del colore e gareggiarono contro la University of Southern California, che sconfissero. Lì ha anche co-fondato la Southern Association of Dramatic and Oratorical Arts (intercollegiata nera) e ha diretto il club teatrale. Inoltre, ha allenato la giovane squadra di football dell’università.

Tolson ha fatto da mentore a studenti come James L. Farmer, Jr. e Heman Sweatt, che in seguito sarebbero diventati attivisti dei diritti civili. Ha incoraggiato il suo corpo studentesco a non essere solo brave persone, ma a lottare per i propri diritti. Questa era una posizione controversa nel Sud segregato degli Stati Uniti all’inizio e alla metà del XX secolo.

Nel 1947 Tolson iniziò a insegnare alla Langston University, un college storicamente nero a Langston, Oklahoma, dove lavorò per i successivi 17 anni. Era un drammaturgo e direttore del Dust Bowl Theater all’università. Uno dei suoi studenti a Langston era Nathan Hare, un pioniere degli studi sui neri, che sarebbe diventato l’editore fondatore della rivista The Black Scholar.

Nel 1947 la Liberia nominò Tolson suo Poeta Laureato. Nel 1953 completò un importante poema epico in onore del centenario della nazione, il Libretto per la Repubblica di Liberia.

Tolson entrò nella politica locale e servì tre mandati come sindaco di Langston dal 1954 al 1960.

Nel 1947, Tolson fu accusato di essere stato attivo nell’organizzazione dei braccianti e degli affittuari alla fine degli anni ’30 (anche se la natura delle sue attività è incerta) e di avere legami di sinistra radicale.

Tolson era un uomo dall’intelletto impressionante che creava poesie che erano “divertenti, spiritose, umoristiche, slapstick, crude, crudeli, amare ed esilaranti”, come il critico Karl Shapiro ha descritto la Harlem Gallery. Il poeta Langston Hughes lo ha descritto come “nessun intellettualoide”. Gli studenti lo venerano e lo amano. Ai ragazzi dei campi di cotone piace. I cowboy lo capiscono … È un grande conversatore”

Nel 1965, Tolson fu nominato al Tuskegee Institute per un mandato di due anni, dove fu Poeta Avalon. Morì dopo un intervento chirurgico per cancro a Dallas, Texas, il 29 agosto 1966. Fu sepolto a Guthrie, Oklahoma.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *