Mary Wells Lawrence (Italiano)

Nel 1952 divenne responsabile della pubblicità di moda per la catena Macy’s. Nel 1953, Lawrence è entrata nell’agenzia McCann Erickson come copywriter, dove ha anche lavorato come team leader dei copywriter creativi. In seguito, si è unita al gruppo di riflessione dell’agenzia pubblicitaria Lennen & Newell. Nel 1957, si unì a Doyle Dane Bernbach (ora DDB Worldwide), dove trascorse sette anni, diventando alla fine caporedattore e vice presidente nel 1963.

Jack Tinker and PartnersEdit

Nel 1964, Lawrence iniziò a lavorare con Jack Tinker nella sua nuova azienda pubblicitaria, Jack Tinker and Partners, dove i suoi membri erano chiamati Tinker’s Thinkers. I “pensatori” hanno creato campagne pubblicitarie per altre agenzie della Interpublic, una holding pubblicitaria negli Stati Uniti. Lawrence ha creato in questa fase la campagna pubblicitaria per la compagnia aerea statunitense Braniff International Airways, “The End of the Plain Plane”. La campagna fu riconosciuta come fondamentale per la trasformazione della compagnia aerea e per realizzarla, Lawrence arruolò il project designer Alexander Girard, l’artista americano Alexander Calder per creare la grafica degli aerei e lo stilista Emilio Pucci per creare le nuove uniformi per gli assistenti di volo e l’equipaggio della compagnia.

Wells Rich GreeneEdit

Dopo il successo della campagna Braniff, Lawrence fondò l’agenzia pubblicitaria Wells Rich Greene a New York il 5 aprile 1966, diventando presidente della società. La Wells Rich Greene fu quotata al Big Board della Borsa di New York, diventando così la prima donna amministratore delegato di una società quotata in borsa.

Il suo socio Richard Rich era tesoriere e Stewart Greene era segretario, essendo stati entrambi colleghi della Lawrence durante il suo periodo alla Jack Tinker and Partners. In un solo anno, l’agenzia di Lawrence aveva già uno staff di 100 persone. Il suo fatturato è cresciuto da 39 milioni di dollari a 187 milioni di dollari appena dieci anni dopo, nel 1976. Tra i principali clienti di WRG c’erano American Motors Corporation, Cadbury, Schweppes, IBM, MCI Communications, Pan American World Airways, Trans World Airlines, Procter & Gamble, Nestlé Purina, RC Cola e Sheraton Hotels and Resorts. Braniff rimase un cliente di Wells Rich Greene fino al 1968.

Con la sua agenzia ha creato la campagna I Love New York del 1977, insieme al designer Milton Glaser, che cercava di recuperare l’immagine di New York City, e che è diventata un’icona imitata in tutto il mondo.

Lawrence è stata la creatrice della campagna di marketing per la marca di sigarette britannica Benson and Hedges alla fine degli anni ’60 che è riuscita ad aumentare di 14 volte le vendite di sigarette della società, da 1 miliardo di sigarette nel 1966 a 14 miliardi nel 1970.

Quando Lawrence si è dimesso da CEO nel 1990, l’agenzia è stata venduta a Boulet Dru Dupuy Petit, diventando nota come Wells Rich Greene BDDP. Ufficialmente, l’agenzia cessò le operazioni nel 1998 e donò il suo archivio di annunci stampa e televisivi al John W. Hartman Center for Sales, Advertising and Marketing History della Duke University.

Campagne in evidenzaModifica

Qui sono elencate alcune delle campagne pubblicitarie di Wells Rich Greene:

    • Plop plop, fizz fizz – Alka-Seltzer
    • I Can’t Believe I Ate the Whole Thing (1971 Clio Award winner) – Alka-Seltzer
    • Prova, ti piacerà – Alka-Seltzer
    • I ♥ N Y
    • Fidati del tocco di Mida
    • A Ford, La qualità è il lavoro 1
    • Sfoglia la tua Bic
    • Alza la mano se sei sicuro – Deodorante sicuro
    • Gli “svantaggi” di una sigaretta più lunga del King-size – Benson and Hedges 100’s, sigarette

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *