Margot Kidder (Italiano)

Margot voleva essere un’attrice fin dalla più tenera età, lasciando prove di questo nel suo diario in cui avrebbe scritto esplicitamente che voleva essere una star del cinema e che un giorno sarebbe successo.

Margot ha sofferto di disturbo bipolare fin da giovanissima, anche se non è stato diagnosticato fino a molto più tardi. Questo problema lo ha portato a tentare il suicidio in diverse occasioni. A questo proposito, gli orari frenetici di suo padre hanno avuto un’influenza negativa, dato che erano costantemente in movimento. È stata in undici scuole in dodici anni. Alla fine, i suoi genitori, cercando di aiutarla, la misero in un collegio dove poté iniziare ad esibirsi nelle recite scolastiche.

Si trasferì a Los Angeles dopo la laurea per iniziare la sua carriera artistica. Ha trovato abbastanza difficile finché non ha incontrato un agente artistico canadese che le ha procurato uno dei suoi primi lavori di recitazione in The Crazy Chicago Years (Gaily, Gaily, 1969). Questo film portò al suo primo ruolo da protagonista come “Quackser” in Quackser Fortune Has a Cousin in the Bronx (1970). Poi è andata a New York per studiare recitazione, e una volta lì si è pagata il lavoro in televisione.

Più tardi sarebbe tornata a Hollywood, dove avrebbe fatto amicizia con gli allora sconosciuti Martin Scorsese, Brian De Palma, Steven Spielberg e Susan Sarandon, tra gli altri. Grazie a questo, De Palma le diede un ruolo da protagonista in Sisters (1973). Nel 1974 è apparsa nel film horror Black Christmas di Bob Clark, interpretando Barb.

Dopo una pausa di carriera dovuta al suo matrimonio, Margot ha deciso di tornare a recitare. Questa volta il suo primo lavoro è stato in Superman di Richard Donner. Dopo il successo di questo film, ottenne numerosi lavori durante gli anni ’80 tra i quali sono inclusi i sequel di Superman.

Nel 1996, quando stava per iniziare a scrivere la sua autobiografia, cominciò a diventare paranoica a causa del disturbo bipolare che le fu diagnosticato, arrivando a pensare che suo marito volesse ucciderla. Questo l’ha portata a scappare e a fingere la propria morte. In seguito avrebbe superato tutto questo e continuato a lavorare.

Nella quarta stagione della serie Smallville ha interpretato Bridgette Crosby, l’assistente del dottor Virgil Swann (interpretato da Christopher Reeve, l’attore con cui ha recitato nei quattro film di Superman), negli episodi “Crusade” e “Transference”.

Nel 2005 è diventato cittadino americano. Ha fatto domanda per la cittadinanza americana per poter votare alle elezioni americane e opporsi più attivamente alla guerra in Iraq.

Nel maggio 2012, ha viaggiato in Cile insieme agli attori Billy Dee Williams (Star Wars), e l’attore Peter Facinelli (Twilight) per essere un ospite speciale al Comic-Con in Cile situato alla stazione Mapocho.

Kidder è morta nella sua casa di Livingston, Montana, Stati Uniti, il 13 maggio 2018; secondo il rapporto del medico legale rilasciato quasi tre mesi dopo, è stato dovuto a un’overdose di droghe e alcol. Sua figlia ha poi riconosciuto il suicidio come la causa della morte del suo genitore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *