Mangiare mandarino, arancia, pompelmo e lime è un’abitudine efficace per prevenire l’influenza in questa stagione?

La risposta è sì. Per ridurre il rischio di sviluppare infezioni respiratorie in questa stagione invernale, è ideale mangiare tre o quattro porzioni di frutta al giorno che sono ad alto contenuto di vitamina C, che si trova nel mandarino, arancia, pompelmo e lime, in quanto aiutano a rafforzare il sistema immunitario.

Per ridurre il rischio di sviluppare infezioni respiratorie in questa stagione invernale, è ideale mangiare da tre a quattro porzioni di frutta al giorno che sono ricchi di vitamina C.

Questo è stato dichiarato da Alejandra Oropeza Colomer, una nutrizionista certificata. Specialista in nutrizione clinica e bariatrica, che ha chiarito che l’ideale è mangiare la frutta a pezzi per acquisire tutti i nutrienti, in più fornisce una buona quantità di fibre, necessarie per il corretto funzionamento digestivo.

Ha indicato che le porzioni al giorno possono essere combinate, per esempio, due mandarini, un’arancia e un lime, o la combinazione che preferisci. Questa quantità è sufficiente per proteggere l’organismo da ripetuti stati influenzali.

Ha sottolineato che è comune che in inverno i succhi diventino “di moda”, soprattutto quelli antinfluenzali. Tuttavia, non sono raccomandati perché quando si spremono i frutti perdono le loro proprietà vitaminiche, non approfittano della pasta madre e richiede più pezzi per ottenere un bicchiere di nettare.

L’educatore di diabete ha anche menzionato che per le persone che vivono con questa condizione le raccomandazioni cambiano, perché l’ideale è mangiare frutta a basso contenuto glicemico come fragola, lampone, mora, mora, ciliegia e kiwi.

Il paziente con diabete può anche consumare altri tipi di frutta, tuttavia, l’assunzione dovrebbe essere moderata. Un esempio di porzioni giornaliere per una persona con questa condizione consiste in due piccoli mandarini, due guaiave e una banana dominicana.

Lo specialista della nutrizione ha riferito che i frutti più dolci in piccole porzioni possono essere combinati con alcuni semi o yogurt naturale a basso contenuto calorico per evitare di aumentare il glucosio.

E molto importante è evitare i cocktail di frutta perché queste combinazioni rappresentano un alto consumo di zuccheri, ha detto l’esperto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *