Luigi XIV

Il monarca Luigi XIV fu chiamato il Re Sole dalla sua corte ed esemplificava l’assolutismo. Era il nonno di Filippo V, il primo monarca borbonico di Spagna, al quale regalò questo ritratto. È dipinto a grandezza naturale ed è assolutamente imponente. L’arte del barocco francese era rigorosamente al servizio della monarchia, e le caratteristiche di questo ritratto sono praticamente le caratteristiche del sistema di governo di Luigi XIV. Il re appare a figura intera, dominando una prospettiva di paesaggio su una città che le sue truppe stanno attaccando. È una chiara allusione al suo espansionismo militare e al suo dominio dei territori confinanti con la Francia. Luigi XIV intervenne in tutte le guerre europee dell’epoca, realizzando immensi profitti. Come capo militare, appare con un’armatura lucida e una parrucca nera. Indossa la fascia bianca del generale e la fascia di seta blu, entrambe ondeggiano capricciosamente sul fianco, si potrebbe dire con civetteria. Questa stessa civetteria può essere vista nel pizzo bianco del colletto che fa capolino da sotto il corsetto. Brandisce il bastone del comando, che poggia superbamente sull’elmo. Avanza elegantemente una delle sue gambe, in una posa di assoluta eleganza. Gli speroni cingono i suoi tacchi alti. Egli fonde così la sua condizione di guerriero con quella di cortigiano nella sintesi voluta dall’Assolutismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *