L’olandese Max Verstappen vince il Gran Premio della Malesia

01.10.2017

Il giovane pilota ha ottenuto la sua seconda vittoria come pilota di Formula 1, battendo Lewis Hamilton e Daniel Ricciardo. Sebastian Vettel è arrivato quarto al traguardo.

A soli 20 anni, l’olandese Max Verstappen (Toro Rosso) sta lentamente ma sicuramente guadagnando un posto nella storia della Formula 1. Questa domenica (10.10.2017) il pilota ha vinto il Gran Premio della Malesia, battendo il britannico Lewis Hamilton (Mercedes) e l’australiano Daniel Ricciardo (Red Bull), arrivato subito dopo il vincitore. Al quarto posto si è piazzato Sebastian Vettel, che ha fatto una spettacolare rimonta dopo essere partito ultimo in griglia.

-Hamilton vince il Gran Premio d’Italia e disarciona Vettel

-Formula 1: Hamilton consolida il vantaggio dopo la vittoria a Singapore

Verstappen ha approfittato dello scarso passo della Mercedes di Hamilton, che non ha potuto difendere la “pole” a Sepang e ha ceduto la posizione di leader al quarto giro. Il finlandese Kimi Raikkonen, che aveva preso il secondo posto nelle qualifiche, non è stato in grado di iniziare la gara a causa di un nuovo problema al motore Ferrari. La squadra italiana, tuttavia, è stata in grado di contenere i danni in un fine settimana da dimenticare grazie al quarto posto di Vettel.

Nonostante il forte recupero di Vettel, Hamilton è riuscito a estendere il suo vantaggio sul pilota Ferrari in campionato da 28 a 34 punti. Con cinque gare rimanenti, Hamilton ha 281 punti contro i 247 di Vettel e i 222 del finlandese Valtteri Bottas (Mercedes) e si avvicina al suo quarto titolo mondiale. Anche se il britannico preferisce abbassare le aspettative.

Hamilton, che veniva da tre vittorie consecutive, ha detto che era felice del suo secondo posto e si è congratulato con Verstappen. Ha anche ribadito che “ci sono ancora cinque gare da fare” e che il rivale della Ferrari Sebastian Vettel ha la possibilità di mantenere il campionato. “Oggi è stata una grande gara per noi, ma dobbiamo continuare a lavorare”, ha sottolineato.

Verstappen, nel frattempo, ha celebrato la sua seconda vittoria in Formula Uno (la prima è arrivata nel 2016 in Spagna) con un misto di incredulità e gioia. Visibilmente esausto dallo sforzo, il pilota della Toro Rosso ha detto che si sentiva “molto bene fin dall’inizio” sulla pista di Sepang. “Ho visto che Lewis stava soffrendo un po’ di più, così ho provato. Sono stato in grado di fare la mia gara. È incredibile essere in grado di vincere”, ha detto.

DZC (EFE, dpa)

Da campione del mondo a pensionato di Formula Uno
Farewell on the cuspide

“Ho raggiunto la vetta!” Nico Rosberg ha scritto quando ha sorprendentemente annunciato il suo ritiro ai suoi fan su Facebook, solo cinque giorni dopo aver vinto il titolo mondiale di Formula Uno. “Ho raggiunto la cima e mi sento bene”. Il 31enne ha annunciato questo 2 dicembre 2016, che sta lasciando la Formula 1, ma non ha ancora commentato i suoi piani per il futuro.

.

Da campione del mondo a pensionato di Formula Uno
Per raggiungere il traguardo

Nico Rosberg ce l’ha fatta. Dopo una dura competizione per il titolo contro il britannico Lewis Hamilton, nella sua undicesima stagione è finalmente riuscito a diventare campione del mondo. 34 anni dopo la vittoria di suo padre, Rosberg vince il secondo titolo mondiale della sua famiglia.

Da campione del mondo a pensionato di Formula Uno
Tradizione di famiglia

Da quando era bambino, Nico Rosberg ha viaggiato con i suoi genitori, Keke (sinistra) e Sina (destra), di gara in gara. Nel 1982, due anni e mezzo prima della sua nascita, suo padre Keke diventa campione del mondo di Formula Uno. All’età di sei anni, Nico sale per la prima volta su un go-kart. Tre anni dopo ottiene la sua prima auto.

Da campione del mondo a pensionato di Formula Uno
“Addio” e “ciao”

Nell’ottobre 1995, il finlandese Keke Rosberg guida la sua ultima gara come pilota attivo per Opel. Suo figlio finlandese-tedesco, Nico, lo accompagna nel giro d’onore. Un anno dopo, il giovane inizia la sua carriera motoristica in vari campionati di kart.

Da campione del mondo a pensionato di Formula Uno
Migliori amici

Due giovani uomini, una grande passione: il motorsport. Tutto inizia con le gare di kart, dove Nico Rosberg (destra) incontra per la prima volta l’uomo che sarebbe poi diventato il suo più grande rivale, Lewis Hamilton (sinistra). I due piloti diventano amici.

Da campione del mondo a pensionato di Formula Uno
Insieme in una squadra

I giovani diventano colleghi. Nel 2000 e 2001, guidano per la stessa squadra di kart. Nel 2005, Rosberg vince la GP2, la gara per i giovani talenti della Formula Uno. Un anno dopo, Hamilton ottiene la vittoria.

Dal campione del mondo al pensionato di Formula Uno

Nel marzo 2006, Nico Rosberg partecipa alla sua prima gara di Formula Uno e fa scalpore: in una spettacolare gara in Bahrain si classifica settimo, raccogliendo i suoi primi punti. Registra anche il giro più veloce.

Da campione del mondo a pensionato di Formula Uno
Il collega di Schumacher

Nel 2009 si diffonde la notizia che Rosberg (a destra) si unirà al team Mercedes Silver Arrow. Tuttavia, il sette volte campione del mondo Michael Schumacher (a sinistra) attira tutta l’attenzione dei media. Rosberg, però, è il pilota migliore e nelle stagioni successive vince a livello sportivo.

Da campione del mondo a pensionato di Formula Uno

È passato molto tempo prima che arrivasse il momento: a Shanghai, Nico Rosberg ha trionfato per la prima volta in un Gran Premio il 15 aprile 2012. Rosberg ha commentato: “Vincere alla Freccia d’Argento è pazzesco”. Questo è stato anche il primo trionfo della Mercedes in Formula 1 da 56 anni.

Dal campione del mondo al pensionato di Formula Uno
I rivali

Dopo Schumacher, Lewis Hamilton è diventato il compagno di squadra di Rosberg nel 2013. A poco a poco, i vecchi amici divennero rivali. In tre occasioni, Hamilton ha prevalso alla fine della stagione e ha vinto il campionato del mondo per due volte di fila.

Da campione del mondo a pensionato di Formula Uno
Il duello delle Frecce d’Argento

Il duello tra Rosberg e Hamilton è stato duro. Nel 2014 avevano già avuto una collisione al Gran Premio del Belgio. E nel 2016 si sono addirittura scontrati due volte: a Barcellona (nella foto) e al Gran Premio d’Austria.

Da campione del mondo a pensionato di Formula Uno
Un padre di famiglia

Nico Rosberg ha sposato Vivian Sibold, la sua ragazza di lunga data, nel 2014. I due hanno avuto una figlia. “È un’esperienza meravigliosa. Forse mi influenza un tale sentimento di felicità,” Rosberg raggiante. E forse anche questo è stato un fattore nella decisione che ora ha annunciato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *