Lo Stade Louis-II festeggia 35 anni

Il 25 gennaio 1985, il principe Ranieri III inaugurò il nuovo Stade Louis-II. Il giorno seguente, l’AS Monaco ha vinto la sua prima partita contro l’RC Lens.

La storia ricorderà che il primo gol segnato nel nostro attuale stadio è stato registrato il 26 gennaio 1985. Era un rigore e Bernard Genghini ha avuto l’onore di festeggiare dopo 58 minuti. Il giorno prima della sua prima, era stato possibile osservare una ricostruzione che era iniziata nel 1979, sei anni prima, e che è stata completata con i nove archi emblematici che guardano nel quartiere di Fontvieille.

Il primo Stade Louis-II.

Il primo Stade Louis-II lors de son inaugurato nel 1939.

Demolizione della tribuna da ricostruire

1 / 3

Uno stadio all’avanguardia

Lo Stade Louis-II, che era stato inaugurato nel 1939 dal principe Louis-II, doveva essere demolito. Situato a pochi metri di distanza, il nuovo stadio ha mantenuto lo stesso nome e ha permesso al Principato e all’AS Monaco di entrare in una nuova era, con un impianto da 18.523 posti (capacità ora ridotta a 16.360 posti) che è diventato molto più di uno stadio di calcio. All’avanguardia, il Louis-II vanta anche una sala polisportiva da 2.500 posti, oggi campo di allenamento della squadra, dotata di una piscina olimpica per i tuffi, uffici, luoghi di riposo e di allenamento per i giovani atleti monegaschi, senza dimenticare i tre livelli di parcheggio situati sotto uno stadio che è una vera prodezza architettonica.

Lo Stade Louis-II durante la sua costruzione

Benoit, Puel, Bijotat

1 / 2

30-0

Il giorno dopo l’inaugurazione, quando il principe Ranieri III lo mostrò al pubblico il 25 gennaio 1985, in presenza di Juan Antonio Samaranch, allora presidente del CIO, il calcio era di nuovo vivo su quegli spalti. In quell’occasione, abbiamo ospitato l’RC Lens nel 23° turno di Ligue 1. Guidati dal brillante Bruno Bellone*, la squadra allenata da Lucien Muller ha dominato la partita. I primi momenti di pericolo sono stati notati quando Bruno Genghini ha preso la palla e ha battuto Gaëtan Huard con un tiro dal dischetto. L’attaccante non è stato scosso. Phillipe Anziani ha segnato altri due gol (70 e 73) e l’AS Monaco ha vinto 3-0. Gli spettatori presenti sono stati trattati per una giornata ideale. Un errore involontario ha fatto sì che la partita fosse stata vinta 30-0, cosa che è rimasta un aneddoto divertente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *