L’importanza della durezza del materasso per un buon riposo

Anche se ci sono molti parametri oggettivamente misurabili per determinare la qualità del materasso (tasso di trasferimento del calore, igiene, stabilità a lungo termine, tasso di trasferimento del movimento, distribuzione della pressione e altro), un parametro puramente soggettivo è spesso il fattore più importante quando si sceglie un nuovo materasso: il livello di comfort. Per la maggior parte delle persone, questo è intrinsecamente legato a quanto è duro il materasso su cui riposare. La morbidezza o la fermezza di un materasso è un fattore decisivo tanto quanto il suo prezzo.

Molte marche offrono le loro scale di comfort numerate e valutazioni di fermezza come un modo per classificare i loro materassi, altri pubblicizzano un design adattabile, universalmente confortevole che si suppone si adatti a chiunque, indipendentemente dalle preferenze di fermezza. Realisticamente, però, si possono definire tre livelli di fermezza del materasso: morbido, medio e solido. In ogni caso, il modo migliore per scoprire se un materasso è adatto a te è ovviamente quello di provarlo tu stesso per valutare il livello di fermezza del materasso per il riposo.

È importante notare che la fermezza del materasso non è la stessa del livello di sostegno che può fornire. La fermezza si riferisce alla sensazione iniziale che si ottiene dagli strati superiori di un letto. D’altra parte, il supporto a lungo termine ha più a che fare con il nucleo e gli strati inferiori del materasso. Questo significa che un letto rigido non è la tua unica opzione se soffri di mal di schiena, non importa quello che dice il tuo medico o chiropratico; infatti, uno studio del 2003 mostra che probabilmente è meglio usare un materasso medio-rigido.

Aspetti da considerare quando si determina il livello di durezza del materasso per il riposo

scegliere i materassi in base alla durezza

Qual è la tua corporatura?

Questa può essere la considerazione chiave nella scelta del livello di durezza del materasso per il riposo. Normalmente, il livello di comfort è istintivo, ma a volte è utile avere una guida. In generale, più alto è il vostro indice di massa corporea (BMI), più solido dovrebbe essere il vostro materasso. Una persona con un IMC inferiore alla media si troverà probabilmente più a suo agio con un materasso morbido o medio, poiché le opzioni più solide possono essere troppo dure, quasi come dormire sul pavimento o sul terreno solido. Al contrario, le persone più pesanti possono avere bisogno di quella fermezza, più un supporto maggiore e un materasso più spesso in generale. Una persona con un BMI superiore alla media può affondare troppo nei materassi più morbidi, il che può portare a due cose: più trasferimento di calore e più difficoltà ad uscire dal letto, soprattutto se una persona ha già problemi di mobilità o flessibilità.

Qual è la tua posizione preferita per dormire?

Generalmente, ci sono 4 posizioni che noi persone adottiamo quando dormiamo: laterale, stomaco, schiena e posizioni multiple. Per l’ultimo caso, la raccomandazione immediata è un materasso di media fermezza, a causa del ragionamento già menzionato sopra: è il livello medio. Chi dorme di lato trova più vantaggi in un materasso più morbido, perché si adatta di più alla forma irregolare della posizione, e diminuisce la quantità di pressione sul lato del corpo che sopporta tutto il peso della persona, specialmente il braccio che può diventare insensibile con la mancanza di circolazione con materassi più solidi. Chi dorme a pancia in giù ha bisogno di un materasso più solido perché la sua sezione mediana, cioè la zona dei fianchi e del bacino, sostiene la maggior parte del suo peso corporeo. Un materasso morbido può non fornire abbastanza resistenza per bilanciare quella distribuzione, e questo può creare una pressione inutile sulla spina dorsale. In definitiva, chi dorme sulla schiena distribuisce il peso del corpo più uniformemente durante il sonno, quindi qualsiasi fermezza del materasso funzionerà per lui o lei.

La fermezza del materasso è il fattore più importante nella distribuzione del peso del corpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *