Lavorare in Islanda

Molti di coloro che considerano di lasciare il Venezuela per intraprendere quella che considerano una vita migliore in un altro paese, devono pianificare attentamente e in dettaglio ognuno dei passi da seguire prima di intraprendere il loro viaggio. Per molti giovani che hanno appena iniziato una vita di studi a livello professionale può essere un po’ più facile, dato che nella destinazione scelta possono concepirsi come professionisti che intraprendono la loro carriera universitaria lontano da casa.

Ma che dire di coloro che sono già professionisti? Quali opzioni hanno coloro che vogliono esercitare la loro professione fuori dal Venezuela e non sono disposti a studiare ancora una volta?

Per coloro che stanno considerando la terra del ghiaccio e del fuoco come loro prossima destinazione, ecco alcune delle numerose informazioni disponibili sui siti web islandesi sul lavoro sull’isola.

Il sito web del Centro Multiculturale Islandese afferma che i cittadini dei paesi membri dello Spazio Economico Europeo (SEE o Unione Europea) non hanno bisogno di un permesso di lavoro in Islanda, ad eccezione dei cittadini di Bulgaria e Romania. Nella maggior parte dei casi, tutti gli altri stranieri devono ottenere un permesso di lavoro prima di arrivare in Islanda.

La domanda deve essere presentata alla Direzione dell’Immigrazione insieme ai relativi documenti giustificativi. Successivamente, la Direzione del Lavoro (Vinnumálastofnun), che rilascia i permessi di lavoro in Islanda, prenderà in carico il caso e dopo essere stato approvato da essa, il processo viene reindirizzato alla Direzione dell’Immigrazione che rilascerà un permesso di soggiorno basato sul lavoro.

La domanda deve essere presentata prima che il richiedente arrivi in Islanda. Se il richiedente arriva in Islanda come turista prima che la domanda sia approvata, l’elaborazione della domanda sarà fermata e non sarà rilasciato un permesso. Se il richiedente è in Islanda, ma vuole ricevere un permesso di soggiorno, deve lasciare il paese, dice la Direzione Islandese dell’Immigrazione sul suo sito web.

Permessi di residenza e di lavoro

Professionisti qualificati – Articolo 12 della legge sugli stranieri. Secondo la legge sul diritto al lavoro degli stranieri, il richiedente deve essere qualificato in un campo richiesto dal datore di lavoro e avere un livello di istruzione universitaria o una qualifica professionale o tecnica approvata in Islanda. Maggiori informazioni sui diritti associati a questo tipo di permesso sono qui.

Atleti – Articolo 12 b. della legge sugli stranieri.

I permessi di residenza possono essere rilasciati ad atleti e allenatori di club sportivi all’interno dell’Associazione Nazionale Olimpica e Sportiva Islandese. I club sportivi sono elencati sul sito web dell’associazione. Maggiori informazioni sui diritti associati a questo tipo di permesso sono qui.

Carenza temporanea di lavoratori – Articolo 12 a. della legge sugli stranieri.

I permessi di residenza possono essere rilasciati per carenza temporanea di lavoratori quando i lavoratori non possono essere trovati nella forza lavoro locale o all’interno della UEE o delle Isole Faroe. Questi permessi temporanei possono essere rinnovati solo una volta. Ulteriori informazioni sulla carenza di manodopera sono disponibili presso la Direzione generale del lavoro. Maggiori informazioni sui diritti associati a questo tipo di permesso sono qui.

Documenti da presentare

Sul sito web della Direzione dell’Immigrazione in Islanda, che chiarisce ulteriormente che le informazioni sono aggiornate secondo una nuova legge sugli stranieri, entrata in vigore il 1° gennaio 2017. Potete trovare la legge sugli stranieri in islandese, che specifica i seguenti documenti da presentare quando si richiede un visto di lavoro.

  1. Ricevuta del pagamento della tassa di elaborazione (se la tassa è stata pagata tramite bonifico bancario). La ricevuta deve indicare chiaramente il nome e la data di nascita del richiedente.
  2. Richiesta di permesso di soggiorno, il modulo deve essere originale, compilato e firmato dal richiedente.
  3. Foto formato tessera (35mm x 45mm)
  4. Copia del passaporto (non deve essere confermato). La validità del passaporto deve essere di almeno tre mesi oltre la validità del permesso di soggiorno. La copia deve essere della pagina principale e della pagina con la firma del richiedente.
  5. Certificato penale estero originale e confermato. Il certificato del casellario giudiziale non deve essere più vecchio di sei mesi. I certificati del casellario giudiziale devono essere presentati da tutti gli stati in cui il richiedente ha risieduto negli ultimi cinque anni. Deve essere apostillato.
  6. Certificato di alloggio o contratto di affitto, a meno che il richiedente non possieda una proprietà in Islanda.
  7. Assicurazione sanitaria. I candidati devono fornire la conferma di un’assicurazione valida per almeno sei mesi, con una copertura minima di 2.000.000 ISK, da una compagnia assicurativa autorizzata a operare in Islanda, vedi qui.
  8. Richiesta di un permesso di lavoro:

  • Richiesta di un permesso di lavoro per un professionista qualificato
  • Richiesta di un permesso di lavoro basato sulla carenza di lavoratori
  • Richiesta di un permesso di lavoro per uno sportivo
  1. Contratto di lavoro. I salari devono soddisfare i requisiti minimi di sostegno. La domanda di permesso di lavoro e il contratto di lavoro devono essere firmati dal richiedente e dal datore di lavoro e controfirmati dal sindacato competente.

Processo di applicazione

Sullo stesso sito web dell’Ufficio dell’Immigrazione islandese, sono dettagliati i seguenti passi da seguire quando si richiede un visto per motivi di lavoro.

  1. Applicazione: Il richiedente verifica se ha i requisiti per un permesso di soggiorno. Le domande di permesso di soggiorno e le liste di controllo si possono trovare sul sito web della Direzione o presso l’ufficio della Direzione durante le ore d’ufficio. Il richiedente deve controllare se gli è permesso di essere nel paese mentre la sua domanda viene elaborata. Per ogni tipo di permesso di soggiorno si applicano regolamenti diversi.

Il richiedente deve completare la domanda e ottenere i documenti di accompagnamento secondo la lista di controllo associata alla sua domanda. Alcuni documenti possono essere richiesti dall’estero (nella maggior parte dei casi certificati) e dall’Islanda. I documenti islandesi si ottengono per lo più dal Registro islandese, dai Commissari distrettuali, dalla Direzione delle dogane, dalle scuole, dagli uffici comunali locali e dalla Direzione delle entrate interne.

Alcuni documenti richiedono una certificazione apostille o una doppia autenticazione da parte del Ministero degli Affari Esteri del paese d’origine e l’ambasciata dello stato interessato in Islanda o l’ambasciata più vicina.

Si prega di notare che una traduzione è richiesta per tutti i certificati che non sono in inglese o in una delle lingue dei paesi nordici. La traduzione deve essere un originale e deve essere fatta da un traduttore giurato / certificato.

Il richiedente deve pagare la tassa di elaborazione e presentare la domanda alla Direzione dell’Immigrazione a Skógarhlíð, o inviare la domanda per posta, compresa la ricevuta del pagamento della tassa di elaborazione.

  1. Processo: Quando il pagamento della tassa di elaborazione per una domanda è stato confermato, il processo di applicazione inizia. Il tempo di elaborazione di una domanda può essere fino a 90 giorni dal momento in cui tutti i requisiti sono stati soddisfatti e tutti i documenti sono stati ritenuti soddisfacenti. Le domande che soddisfano tutti i requisiti e includono documenti soddisfacenti hanno la priorità, ma tutte le domande vengono elaborate il più rapidamente possibile.

I richiedenti sono incoraggiati a essere consapevoli di tutti i requisiti per il permesso di soggiorno che stanno richiedendo, quali documenti sono necessari per sostenere la domanda, e come meglio presentare i documenti necessari.

È responsabilità del richiedente presentare documenti soddisfacenti che soddisfino tutti i requisiti. Se, durante l’elaborazione della domanda, i documenti sono ritenuti insoddisfacenti o mancanti, viene inviata una lettera al richiedente con spiegazioni e richieste di ciò che manca e viene fissato un termine per la presentazione di tali documenti. Quando i documenti mancano o non sono soddisfacenti, l’elaborazione della domanda si ferma per questo motivo. Se il richiedente non presenta i documenti richiesti e non rispetta il termine dato, la domanda viene respinta per mancanza di documenti e non conformità.

Diritti di lavoro

I cittadini stranieri che si trasferiscono in Islanda devono scoprire quali sono i loro diritti di lavoro nel loro paese d’origine in modo da poterli utilizzare in Islanda se hanno intenzione di lavorare nello stesso mestiere o professione per cui sono stati educati.

Normalmente, le persone provenienti dai paesi nordici e dall’Europa (SEE) hanno diritti validi in Islanda, anche se può essere necessario ottenere il permesso di esercitare.

Le persone provenienti da paesi al di fuori del SEE devono sempre far convalidare la loro istruzione e i loro diritti qui in Islanda.

Il riconoscimento avviene solo quando l’occupazione è riconosciuta ufficialmente dalle autorità islandesi. Se l’istruzione non è ufficialmente riconosciuta, allora spetta al datore di lavoro giudicare se tale istruzione è soddisfacente per essere impiegati in un lavoro.

Si deve sottolineare, come già detto altrove, che queste informazioni sono solo un piccolo riassunto di ciò che è noto. Per essere più “imbevuti” e conoscere in profondità il resto dei passi da seguire e i requisiti da presentare, siete invitati a visitare il sito web dell’Ufficio Immigrazione www.utl.è che è responsabile di questi processi.

Condividilo:

Like this:

Mi piace questo Loading….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *