La vittoria di Homa, la maledizione di Finau e il crollo di DJ e Burns, in data

Dustin Johnson, al Genesis Invitational © PGA Tour | Getty Images
Dustin Johnson, al Genesis Invitational © PGA Tour | Getty Images

Il Genesis Invitational, che si è concluso questa mattina presto con la vittoria di Max Homa alla seconda buca di playoff, e il primo 2021 World Championship, che si disputa questa settimana, sono presenti nella tradizionale lista dei 10 fatti statistici più importanti della settimana condivisa ogni lunedì da Justin Ray sui suoi social network.

1.- Dopo un recupero sensazionale sulla prima buca di playoff, Max Homa ha fatto par sulla seconda per battere Tony Finau e vincere il Genesis Invitational. Homa ha giocato le ultime 26 buche del torneo senza un bogey, comprese le due buche di spareggio. È il terzo vincitore del PGA Tour al Riviera negli ultimi 30 anni ad andare senza bogey nel giro finale, insieme a Steve Elkington al PGA Championship del 1995 e Bubba Watson al Genesis del 2014.

2. Homa avrebbe potuto vincere il torneo senza bisogno di fare il playoff se avesse fatto un birdie alla 72esima buca del torneo. Ha fatto il miglior approccio al 18° di Riviera di tutto il giorno, lasciando la palla a un metro di distanza, ma ha mancato il putt. Prima di quell’errore, Homa aveva bucato 55 dei 56 putt sotto il metro e mezzo per la settimana.

Max Homa: Un grande golfista e un ragazzo che dà un sacco di gioco

3. Tony Finau ha girato un final-round 64 per forzare un playoff. Ha avuto il punteggio più basso domenica e ha avuto il maggior numero di birdie. Ma, ancora una volta, ha mancato di poco la vittoria. Finau ha 127 tornei sul PGA Tour con una sola vittoria, al Puerto Rico Open del 2016. In totale, ha otto secondi posti e più di 19 milioni di dollari di guadagni … nessun trofeo.

4.- Homa è il 43° giocatore a portare più di un torneo sul PGA Tour dalla vittoria di Finau a Porto Rico. In quell’arco di tempo 116 golfisti sono entrati nella fascia dei vincitori, mentre due giocatori hanno superato le 10 vittorie (Dustin Johnson, con 15, e Justin Thomas, con 12). Finau ha 37 finiture top-10 dal suo trionfo, il quarto più top-10 finiture in quel periodo di tempo. Gli unici tre giocatori davanti a lui, JT, DJ Jon Rahm, hanno 29 vittorie tra loro in quel periodo.

5.- I 37 top 10 di Finau sono più del doppio di qualsiasi altro giocatore senza una vittoria dal 2017 sul PGA Tour. Al secondo posto ci sono tre giocatori – Byeong Hun An, Kevin Streelman e Tommy Fleetwood con 16 ciascuno.

Jon Rahm: “Sono molto felice per qualcuno che ha cambiato tutto”

6.- Dustin Johnson ha lottato nel round finale al Genesis, con cinque bogeys per girare in una carta di 72 colpi. È stata la prima volta che DJ ha girato sopra il par nel round finale in uno dei tornei in cui ha giocato in tutto il mondo negli ultimi 371 giorni. La volta precedente che gli è successo è stato in questo stesso torneo nel 2020. Dopo aver guidato il campo in colpi guadagnati tee-to-green attraverso i primi tre giri, Dustin Johnson era 56° su 67 giocatori in questa statistica nel giro finale.

7.- Sam Burns ha guidato la classifica Genesis attraverso i primi tre giri per finire il torneo in terza posizione, il miglior risultato della sua carriera. Stava cercando di diventare il primo giocatore a vincere un evento al Riviera guidando la classifica da solo dall’inizio alla fine da quando Hal Sutton lo fece al PGA Championship del 1983. Burns, 24 anni, potrebbe anche essere il più giovane vincitore di questo evento dai tempi di Jim Fitzsimons nel 1975.

8.- La famosa buca 10 del Riviera Country Club, un breve par quattro, ha visto i giocatori mostrare il loro lato aggressivo dal tee per tutta la settimana. Più del 95 per cento del campo ha girato il tee-to-green, come misurato dal PGA Tour. È stata la percentuale più alta per qualsiasi settimana da quando il tour ha iniziato a misurarla nel 2003. Ognuno degli ultimi sei anni quel record è cresciuto, dal 51% nel 2015 al 95,4% di questa settimana.

La magia di Max Homa prolunga la maledizione di Finau

9.- Ulteriore prova di quanto sia difficile vincere nel golf professionale. Burns aveva un vantaggio di due colpi prima del giro finale. Dall’inizio della scorsa stagione, i giocatori con un vantaggio di uno o due colpi dopo 54 buche hanno vinto solo quattro volte su 24 opportunità, il 16,7%.

10.- Il PGA Tour si sposta in Florida questa settimana per il WGC Workday Championship a The Concession. Anche il LPGA Tour è in azione nel Sunshine State al Gainbridge LPGA di Orlando. Annika Sorenstam tornerà in un torneo ufficiale per la prima volta dal 2008. Dal 2001 al 2005 Sorenstam ha vinto 43 volte in 104 tornei, più del 41%.

Sorenstam ha vinto 43 volte in 104 tornei, più del 41%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *