La routine facciale di Marilyn Monroe da cui abbiamo ancora molto da imparare

Scarica il numero completo e gratuito di Vogue May qui.

Sono passati più di 60 anni dalla scomparsa di Marilyn Monroe, ma la sua bellezza rimane rilevante come il primo giorno. L’attrice è un’icona della moda, ma anche della bellezza ed è per questo che la scoperta del Museo del Trucco di New York in questi giorni ha assunto un significato speciale. L’istituzione ha condiviso sulle sue reti sociali il trattamento per curare il suo viso che, nel 1959, è stato raccomandato da un famoso dermatologo di New York, Erno Laszlo.

Lo scritto offre alcuni dettagli sulla pelle del viso dell’artista che erano sconosciuti fino ad ora. Marilyn Monroe soffriva di pelle secca e quindi la proposta di Laszlo era di correggere il rossore e la desquamazione di quella condizione. Il medico differenziò, dopo la richiesta dell’attrice, tra quello che doveva fare al mattino, prima di andare a letto e nelle occasioni speciali per apparire radiosa.

La lista dei prodotti che la Monroe doveva usare quotidianamente non era troppo estesa e alcuni dei cosmetici si possono trovare ancora oggi nel negozio di New York che porta il nome del dermatologo. Sapone attivo Phelityl, trattamento occhi Phelitone, lozione controllata, cipria bifase e un normalizzatore chiamato Shake It. Quest’ultimo è un tonico per il viso con un po’ di colore che l’azienda ha deciso di rimettere in vendita per un tempo limitato.

Al mattino, l’attrice si lavava abbondantemente il viso con acqua calda e poi applicava il sapone anche sulla zona del collo. In seguito, usava il tonico sulla stessa zona, tranne che per gli occhi. Dopo questi passaggi, la Monroe ha applicato a piccoli tocchi il contorno occhi e, infine, ha applicato la polvere. Di notte, la pulizia era molto più profonda e in due movimenti, prima con un olio e poi con un latte detergente. A causa del suo viso secco, la performer ha applicato una crema intensamente idratante sul naso e sul mento, che ha lasciato in posa durante il sonno.

Erno Lazslo ha offerto ai suoi clienti un approccio olistico alla cura del viso e ha dato loro anche alcuni consigli dietetici. Noci, cioccolato, olive, olive, vongole e ostriche erano i cibi che la star di With Skirts and Crazy era completamente proibita dal suo dermatologo. Lo specialista era uno dei preferiti dell’alta società newyorkese – per questo il suo nome sopravvive ancora oggi come marchio – e tra le sue clienti c’erano anche Jackie Onassis, Greta Garbo e Audrey Hepburn.

SOTTOSCRIVI alla nostra newsletter per ricevere tutte le ultime notizie di moda, bellezza e lifestyle.

  • Questo è tutto quello che sappiamo di ‘Blonde, il film in cui Ana de Armas farà rivivere Marilyn Monroe

  • Come Marilyn Monroe ha aiutato a catapultare il profumo più famoso del mondo

  • Il trucco di Marilyn Monroe che possono diventare virali ora

  • 10 citazioni motivazionali per aiutarti a superare la settimana

  • Il giorno in cui Kate Moss ha cantato ‘Happy birthday’ e ha avuto il suo momento Marilyn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *