IPN Digital Repository: VALUTAZIONE DELLA COMBINAZIONE TRAMADOLO/MELOXICAM IN MODELLI DI DOLORE PRE-CLINICI E CLINICI”

Obiettivo: valutare la combinazione tramadolo/meloxicam in modelli di dolore pre-clinici e clinici. Materiali e metodi: Uno studio pre-clinico è stato eseguito nel modello di dolore in formalina. Il tramadolo è stato somministrato per via intramuscolare 50 minuti prima dell’iniezione di formalina alle seguenti dosi: 3,16, 5,6, 7,5 e 10 mg/kg. Il meloxicam è stato somministrato i.m. 50 minuti prima dell’iniezione di formalina alle seguenti dosi: 3,16, 5,6, 10 e 17,78 mg/kg. I valori sperimentali DE30 sono stati ottenuti per ogni singolo farmaco e la combinazione è stata valutata in 3 diversi rapporti (T1:M1, T3:M1, T1:M3) utilizzando l’analisi isobolografica e l’indice di interazione. Sono stati valutati i meccanismi d’azione coinvolti nell’effetto della combinazione T1:M1. L-NAME è stato utilizzato per valutare il coinvolgimento dell’ossido nitrico, il naloxone per valutare il coinvolgimento della via oppioide e la metiotepina per valutare il coinvolgimento della serotonina. Uno studio clinico è stato condotto nel modello di dolore del terzo molare. Un totale di 44 pazienti sono stati assegnati in modo casuale a uno dei tre gruppi di trattamento: Gruppo A, tramadolo 25 mg più meloxicam 7,5 mg, Gruppo B, tramadolo 50 mg, e Gruppo C, meloxicam 15 mg. Tutti i trattamenti sono stati somministrati i.m. 50 minuti prima dell’intervento. Abbiamo valutato il tempo al primo farmaco analgesico post-operatorio, il numero di pazienti che hanno preso il primo farmaco analgesico entro le prime 3 ore post-operatorie, l’intensità del dolore, il consumo totale di analgesici e gli effetti avversi. Risultati: L’analisi isobolografica e l’indice di interazione hanno mostrato un effetto antinocicettivo sinergico. La valutazione dei meccanismi d’azione ha mostrato la partecipazione della via oppioide e monoaminergica. L’intensità del dolore e il numero di pazienti che hanno richiesto una procedura di salvataggio analgesica hanno mostrato differenze statistiche significative. Conclusione: la combinazione tramadolo/meloxicam ha prodotto un effetto di potenziamento (sinergia) nel modello di dolore in formalina con il coinvolgimento della via oppioide e monoaminergica. La combinazione ha prodotto un’efficacia analgesica simile al meloxicam e migliore del tramadolo dopo la chirurgia del terzo molare inferiore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *