Il senzatetto che è diventato ricco lavando auto: fa pagare 6.000 euro a veicolo

Se alla fine degli anni 90 a Brian Hunt fosse stato detto che 20 anni dopo sarebbe stato ricco, probabilmente non ci avrebbe creduto. L’inglese, ora 45enne, viveva male quando ha scoperto un talento che gli avrebbe cambiato la vita: era il migliore a lavare le macchine.

“Vivere per strada è stato molto difficile, ma ho preso il sapone e la spugna e non mi sono mai guardato indietro. Non avrei mai pensato di viaggiare in America per pulire lo yacht del milionario Roman Abramovich, ma ognuno è bravo in qualcosa”, ha detto a The Sun.

Hunt ha lavorato in un macello prima di entrare in una società di autolavaggio nel 1999. Lì ha iniziato al livello più basso e la sua pulizia dettagliata dei veicoli ha attirato l’attenzione. Tanto che è stato raccomandato per un’officina Ferrari.

“Lì ho trattato le auto come se fossero qualcosa di speciale e questo si è visto nel risultato finale del lavaggio. Il passaparola fa molta strada e la comunità delle auto di lusso è piccola. I proprietari hanno anche degli yacht, quindi è facile ottenere più lavoro”, dice.

E Hunt è così richiesto in questi giorni che il proprietario del Chelsea Roman Abramovich lo ha portato a Panama per pulire il suo yacht. È stato anche a Parigi, Germania, Olanda e Dubai per pulire auto come Ferrari e Bentley, lavorando anche per i reali.

Cosa rende i suoi autolavaggi così speciali?

Il lavaggio di lusso dettagliato di Hunt prevede due ore di pulizia con schiuma di mare e acqua deionizzata, un successivo scrub con gomma decontaminante e un altro lavaggio in tre fasi prima dell’asciugatura. Hunt poi lucida i veicoli, un processo che può richiedere dai due ai tre giorni.

Grazie a questa procedura minuziosa, annovera tra i suoi clienti Eric Clapton e i membri del gruppo musicale ABBA, per esempio, facendo pagare tra i 4.400 e i 6.600 euro per ogni servizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *