Il rapper Meek Mill semina polemiche per una lettera in cui frivola con l’incidente fatale di Kobe Bryant

Inquinamento negli Stati Uniti dal testo di un rap. È una delle ultime canzoni di Meek Mill, che ha registrato con Lil Baby, e si intitola ‘Don’t Worry (RIP Kobe)’.

una lettera che, lungi dall’essere un omaggio, ha indignato le reti sociali da una particolare frase che frivola con l’incidente fatale dell’ex stella NBA:

“Se un giorno mi manca, prendo il mio elicottero, sarà un altro Kobe,” canta di una delle rime. Parole che non sono passate affatto inosservate e che hanno seminato polemiche in tutti gli Stati Uniti.

Tutti gli eventi che circondano la morte di Kobe, uno dei giocatori più amati della storia dell’NBA, sono sempre stati trattati con delicatezza e, quando non è stato così, le voci critiche non hanno smesso di emergere. Una delle principali, quella della sua vedova, Vanessa, che ha sempre chiesto il rispetto della privacy della famiglia che, nello stesso incidente, ha perso Gianna, una delle figlie della coppia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *