Il rapper Lil Wayne ottiene la libertà vigilata dopo un caso di droga

PHOENIX, Stati Uniti (Reuters) – Il rapper Lil Wayne, che ha già scontato un anno di carcere a New York per un reato legato alle armi, è stato condannato mercoledì a tre anni di libertà vigilata in Arizona per un’accusa di possesso di droga.

Wayne, il cui vero nome è Dwayne Michael Carter Jr, ha evitato il carcere in Arizona con un patteggiamento in seguito al suo arresto nel gennaio 2008 in un posto di blocco della polizia di frontiera degli Stati Uniti.

In base a quell’accordo, il trentenne intrattenitore vincitore del Grammy Award si è dichiarato colpevole di un’accusa di possesso di una droga pericolosa.

ADVERTISEMENT

Tre altre accuse di droga e armi sono state respinte.

Wayne è apparso in tribunale via video da New York, dove è detenuto da marzo dopo essersi dichiarato colpevole di possesso criminale di una pistola.

James Tilson, l’avvocato di Carter in Arizona, ha detto di essere contento dell’azione della corte.

“Siamo molto contenti che abbiamo risolto tutto”, ha detto Tilson alla Reuters. “E’ un accordo di libertà vigilata favorevole che permetterà al signor Carter di continuare la sua carriera”, ha aggiunto.

Carter inizierà la libertà vigilata in Arizona al completamento della sua sentenza a New York, ha chiarito Tilson.

Il bus del tour del rapper, che trasportava altre 11 persone, è stato fermato e perquisito dalle autorità di confine dopo che queste hanno detto di essere state allertate dai cani antidroga.

ADVERTISEMENT

Gli agenti hanno scoperto circa 113 grammi di marijuana, 28 grammi di cocaina, 41 grammi di Ecstasy e una pistola .40 a nome di Carter.

Carter, il cui album “Tha Carter III” è stato l’album più venduto nel 2008 negli Stati Uniti, gli è valso il premio come miglior album rap e altri tre premi durante i Grammy 2009.

Il suo album “Rebirth” è uscito il 2 febbraio negli Stati Uniti dopo una serie di ritardi ed è stato abbagliato dalla critica.

(Edito in spagnolo da Patricia Avila)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *