Esempi di incompatibilità meccanica

In biologia, i meccanismi di isolamento riproduttivo o barriere all’ibridazione sono l’insieme di caratteristiche, comportamenti e processi fisiologici che impediscono i membri di due specie diverse possono attraversare o accoppiarsi con l’altro, produrre prole o che è vitale o fertile. Queste barriere sono una fase indispensabile nella formazione di nuove specie (speciazione) perché mantengono le caratteristiche della specie nel tempo diminuendo, o impedendo direttamente, il flusso genico tra individui di specie diverse.3 4 5 6 Sono state proposte diverse classificazioni dei meccanismi di isolamento riproduttivo. Lo zoologo Ernst Mayr li ha classificati in due grandi categorie: meccanismi precopulatori e postcopulatori. I primi agiscono prima che la fecondazione possa avvenire (cioè, prima dell’accoppiamento nel caso degli animali o dell’impollinazione nel caso delle piante). Tali meccanismi precopulatori, chiamati anche “barriere esterne all’ibridazione”, sono separazioni fisiche nel tempo, nello spazio, negli ambienti, in nicchie ecologiche specifiche e differenze di comportamento che impediscono l’accoppiamento o l’impollinazione.7 I meccanismi postcopulatori, o “barriere interne all’ibridazione”, invece, operano attraverso la disarmonia tra i sistemi fisiologici, riproduttivi o citologici di individui appartenenti a specie diverse.8 I diversi meccanismi di isolamento riproduttivo sono controllati geneticamente e hanno dimostrato sperimentalmente di evolvere sia in specie la cui distribuzione geografica si sovrappone (specie simpatriche), o come risultato della divergenza adattativa che accompagna l’evoluzione delle specie allopatriche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *