Effetti a breve e lungo termine dell’allenamento della forza con diversi requisiti di stabilità

La specificità del compito o la specificità dell’allenamento nell’allenamento della forza porta a maggiori guadagni di forza quando i test e l’allenamento coinvolgono azioni simili. tuttavia, c’è una trasferibilità sostanzialmente inferiore della forza per compiti dissimili, nonostante il coinvolgimento di gruppi muscolari simili (cioè, l’esecuzione di squat ed estensione delle gambe). La specificità del compito nell’allenamento della forza dipende dalla velocità, dalla forma di contrazione e dal modello di movimento. Nonostante il crescente interesse per l’effetto dell’instabilità sull’allenamento della forza, la maggior parte della letteratura scientifica non ha esaminato gli adattamenti a lungo termine, e la maggior parte ha testato solo alcuni parametri e non ha confrontato la trasferibilità della forza tra diversi requisiti di stabilità. Pertanto, Atle Hole Saeterbakken e Alexander Olsen, Western Norway University (Norvegia) hanno recentemente condotto uno studio in cui lo scopo era duplice: (1) esaminare gli adattamenti a breve termine dell’EMG e delle proprietà muscolari (spessore muscolare, forza muscolare e misurazioni della forza muscolare e della forza esplosiva) dopo un periodo di familiarizzazione di 3 settimane in cui i partecipanti si sono allenati con tre esercizi di squat con tre diversi livelli di stabilità; (2) esaminare gli adattamenti a lungo termine sulle proprietà muscolari dopo un programma di allenamento progressivo della forza di 7 settimane con requisiti di stabilità bassi, medi o alti. Si è ipotizzato che: 1) durante il periodo di familiarizzazione, il miglioramento massimo sarebbe stato osservato per gli esercizi con il requisito di stabilità massima e, 2) nel periodo di intervento, si sarebbero osservate maggiori misurazioni della forza muscolare e della forza esplosiva per i gruppi di allenamento in condizioni di stabilità media e alta.

Cinquantanove uomini sono stati sottoposti a un periodo di familiarizzazione di 3 settimane seguito da un periodo di allenamento di 7 settimane. Durante la familiarizzazione, tutti i partecipanti si sono allenati con quattro sessioni di squat con una macchina Smith, pesi liberi e pesi liberi in piedi su una tavola di equilibrio. Dopo 3 settimane, i partecipanti sono stati randomizzati a un gruppo con un programma di allenamento della forza con bassa (macchina Smith), media (peso libero) o alta (balance board) stabilità, e a un gruppo di controllo. Tutti i partecipanti sono stati valutati prima, dopo la terza settimana e dopo l’intervento. Dieci ripetizioni massime (10MR), tasso di sviluppo della forza (RFD), elettromiografia (EMG), e massima contrazione isometrica volontaria (MVIC), sono stati valutati in tutte e tre le condizioni di squat, oltre al salto contromovimento (CMJ) su superfici stabili e instabili, e lo spessore muscolare.


Dopo la familiarizzazione, sono stati osservati maggiori carichi di 10MR (21,8-27,3%), MVIC (7,4-13,5%), RFD (29,7-43,8%), e CMJ (4,9-8,5%), in tutte le condizioni. Tra la terza e la decima settimana, i gruppi dei pesi liberi e della tavola di equilibrio hanno migliorato il loro 10MR in tutte le condizioni in modo simile. Il gruppo della macchina Smith ha mostrato un miglioramento maggiore nell’esercizio allenato rispetto agli esercizi di media e alta stabilità. Tutti i gruppi di allenamento hanno mostrato un miglioramento simile nello spessore muscolare, RFD e MVIC. Non c’è stato alcun miglioramento nel CMJ sulla superficie stabile, ma il gruppo della tavola di equilibrio ha mostrato un miglioramento significativamente maggiore sulla superficie instabile.


In conclusione, l’allenamento della forza di stabilità bassa, media o alta ha prodotto miglioramenti simili nelle condizioni di valutazione allenate e non allenate, tranne il maggiore CMJ sulla superficie instabile nel gruppo che si è allenato con la balance board. Il valore più alto della forza 10MR nell’esercizio allenato rispetto all’esercizio non allenato è stato osservato solo nel gruppo a bassa stabilità. La familiarizzazione è stata associata a miglioramenti sostanziali nel 10MR e nel CMJ, con un miglioramento maggiore associato a requisiti di stabilità più elevati. Questi risultati indicano che un’alta stabilità può aumentare la forza, lo spessore muscolare e le misure di forza esplosiva, in modo simile all’allenamento con una stabilità inferiore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *