EEOC E MARTIN MARIETTA (LOCKHEED MARTIN) RISPONDONO A UNA GRANDE AZIONE DI CLASSE

La U.S. Equal Employment Opportunity Commission

 FOR IMMEDIATE RELEASE CONTACT: Claire Gonzales November 21, 1996 Reginald Welch (202) 663-4900 TDD: (202) 663-4494 Donna L. Harper (303) 866-1376 Frank Lopez (303) 866-1326 TDD: (303) 866-1950 

PRESS RELEASE
11-21-96

DENVER — La U.S. Equal Employment Opportunity Commission (EEOC) e la Martin Marietta Corporation, ora Lockheed Martin, hanno concordato di risolvere una causa intentata in base all’Age Discrimination in Employment Act (ADEA). Il giudice del tribunale distrettuale degli Stati Uniti Wiley Y. Daniel ha dato oggi l’approvazione preliminare all’accordo che fornisce 13 milioni di dollari in arretrati e 450 posti di lavoro ai dipendenti licenziati che sono stati colpiti dalla discriminazione per età.

In una conferenza stampa qui per annunciare l’accordo, il presidente dell’EEOC Gilbert F. Casellas ha detto: “Questo accordo sottolinea l’impegno dell’EEOC a sostenere i diritti lavorativi dei lavoratori anziani e a garantire la non discriminazione nelle pratiche di licenziamento e ridimensionamento aziendale”. Il presidente ha anche lodato l’uso della mediazione per risolvere le questioni di pregiudizio contenute nella causa dell’agenzia. “La causa dell’EEOC, originariamente presentata nel maggio 1994, sosteneva che la Martin aveva preso di mira i suoi dipendenti dai 40 anni in su per una serie di massicci licenziamenti e pensionamenti forzati per un periodo di cinque anni. Secondo i termini dell’accordo, che è nella forma di un decreto di consenso proposto, Martin pagherà 13 milioni di dollari a circa 2.000 ex dipendenti che sono stati licenziati tra il 1 gennaio 1990 e il 31 dicembre 1994, da lavori non sindacali nel gruppo Astronautica della Martin. I pagamenti andranno anche agli ex lavoratori colpiti dell’organizzazione Information and Communications System dell’Information Systems Group dell’azienda che lavorano in Colorado. La maggior parte dei beneficiari lavorava in Colorado.

Inoltre, l’accordo prevede che la Martin riassuma almeno 450 lavoratori anziani che sono stati licenziati in quegli anni. Circa 204 dipendenti anziani licenziati erano già stati riassunti dalla Martin all’inizio di agosto 1996.

Martin ha anche accettato di fornire servizi di ricollocamento gratuiti per due anni ad ogni ex dipendente della classe che compila un modulo di reclamo notificando all’azienda un interesse in questi servizi. Inoltre, l’azienda pagherà per un massimo di due corsi per semestre e fino a otto corsi per ogni membro della classe che partecipa all’accordo. I corsi saranno offerti all’Istituto serale dell’azienda e includeranno corsi di livello universitario. Molti di questi corsi dovrebbero essere particolarmente utili per migliorare le competenze ingegneristiche e informatiche degli individui che desiderano competere per future offerte di lavoro. Ci sono anche disposizioni per riqualificare i manager nel processo decisionale non discriminatorio, comprese le riduzioni di forza. La Commissione controllerà il rispetto dei termini dell’accordo per cinque anni.

L’avvocato generale dell’EOC C. Gregory Stewart ha detto che l’accordo significa che “preziosi dipendenti vengono riassunti o riqualificati” dalla Martin. “Ma soprattutto”, ha aggiunto, “l’aver evitato un lungo processo ha fatto una reale differenza nella vita delle persone reali dietro le accuse che hanno portato al decreto di consenso di oggi.”

Il giudice Daniel ha fissato il 5 marzo 1997, come data per l’udienza finale sul decreto.

Oltre a far rispettare l’ADEA, l’EEOC fa rispettare il titolo VII della legge sui diritti civili del 1964, che proibisce la discriminazione sul lavoro basata su razza, colore, religione, sesso o origine nazionale; l’Equal Pay Act; il titolo I dell’Americans with Disabilities Act, che proibisce la discriminazione sul lavoro contro le persone con disabilità nel settore privato e nei governi statali e locali; i divieti contro la discriminazione degli individui con disabilità nel governo federale; e sezioni del Civil Rights Act del 1991.

Questa pagina è stata modificata l’ultima volta il 15 gennaio 1997.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *