Denver Nuggets vs Dallas Mavericks: tre cose da seguire da un altro matchup tra Facundo Campazzo e Luka Doncic

Sabato notte nella NBA avrà otto giochi e uno in particolare, l’ultimo della giornata, prenderà l’attenzione dei latini e ispanici. ed è che l’incontro tra Denver Nuggets e Dallas Mavericks, il terzo tra loro in questo 2020-2021, sarà una nuova opportunità di vedere sullo stesso campo e faccia a faccia Facundo Campazzo e Luka Doncic, amici ed ex compagni di squadra nel Real Madrid.

Più | Denver Nuggets e una vittoria stretta su Memphis nel ritorno di Facundo Campazzo

Era, allo stesso tempo, uno scontro tra due squadre protagoniste e con illusioni nella Western Conference (5° con 22-15 e 8° con 19-17, rispettivamente). Andiamo con tre storie per seguire lo scontro, ma prima…

Ora e come guardare Denver Nuggets vs Dallas Mavericks

Facundo Campazzo, Luka Doncic

La partita sarà alle 4 del mattino ora spagnola. Come al solito, sarà disponibile per seguire tramite NBA League Pass, la piattaforma di streaming ufficiale della lega a cui potete abbonarvi qui.

La stagione 2020-2021 è qui, NBA League Pass è il vostro posto per guardare l’azione, e ora potete farlo gratuitamente qui. ✅ 7 giorni di prova gratuita ✅ Giochi live e on demand ✅ La possibilità di guardare tutto sul tuo dispositivo preferito.

Facu e Luka, di nuovo uno di fronte all’altro

Facundo Campazzo, Luka Doncic

Non c’è bisogno di scavare in profondità per riconoscere la buona vibrazione e ottimo rapporto che esiste tra entrambi point guard, quello che è nato in quegli anni di gloria e insieme nel Real Madrid. Campazzo ha riconosciuto l’europeo in ogni momento, e quest’ultimo ha colto ogni opportunità quando gli è stato chiesto di assicurare Facu che era materiale NBA, prima della sua firma con Denver.

Ora, passando a ciò che abbiamo visto in questo 2020-2021 stesso, abbiamo visto poco in concreto da Campazzo contro Doncic sul campo. L’argentino non è stato utilizzato da Malone nel primo incontro della stagione (perdita di 7), mentre nel secondo (vittoria di 4) l’argentino ha giocato 13 minuti (nessun punto). Secondo il tracking di NBA Stats, Facu l’ha preso in 1,2 possessi parziali a Luka, che ha mancato l’unico tiro dove aveva il suo ex compagno di squadra come difensore primario.

Tuttavia, questa tendenza potrebbe cambiare per questo sabato, per necessità dei Nuggets e, soprattutto, perché quel Campazzo non è lo stesso di adesso, molto più adattato alla competizione e sistemato con un ruolo importante nella rotazione di Malone, soprattutto dal punto di vista difensivo. Facu ha una media di 10,6 punti (40% da tre punti), 2,0 rimbalzi, 3,4 assist e 1,3 rubate nelle sue ultime 9 partite (27,6 minuti), e potrebbe avere un’altra importanza per contenere Doncic considerando l’assenza di Gary Harris, che era il principale responsabile di Luka nelle prime due partite dell’anno. E lo era di gran lunga: il playmaker l’ha preso per 55,1 possessi parziali, mentre il prossimo (Murray) l’ha preso per 10,7.

Denver, in striscia vincente

Nikola Jokic

La vittoria di venerdì su Memphis è stata la quinta consecutiva di Colorado, eguagliando la sua migliore striscia vincente della stagione (cinque vittorie dal 19 al 27 gennaio). Ora stanno andando per un’altra vittoria che permetterà loro di estendere il loro buon momento e, a sua volta, consolidare il loro posto tra i migliori nella Western Conference: sono due partite dietro i LA Clippers, quarto con 25-14.

Finora, i Nuggets hanno risposto nelle seconde notti di back-to-back: hanno vinto tre partite e ne hanno perse due, e l’ultima volta lo hanno fatto in modo spettacolare: una vittoria di 31 punti in casa dei Milwaukee Bucks, uno dei migliori della competizione.

Una delle grandi novità per Denver è il miglioramento di Michael Porter Jr, che ha una media di 18,6 punti, 54,8% su 6,2 tentativi da tre punti e 10,4 rimbalzi in 32,1 minuti in cinque vittorie consecutive.

Dallas Mavericks, completo

doncic, mavs

Rick Carlisle potrà affrontare i Nuggets con i suoi migliori giocatori. Ed è che nell’ultima presentazione, una perdita a Oklahoma City Thunder, i texani non potevano contare su Luka Doncic e Kristaps Porzingis, loro due riferimenti principali. I due saranno di nuovo contro Denver e cercheranno di continuare il loro eccellente presente individuale e collettivo (Dallas aveva vinto 11 delle loro ultime 14 presentazioni precedenti a OKC).

Luka, naturalmente, rientra nel suo normale status di star (30,2 punti, 7,8 rimbalzi e 8,6 assist nelle sue ultime 13 partite); mentre KP ha iniziato a prendere il volo dopo diversi problemi fisici: 20,5 punti (50% dal campo), 10,3 rimbalzi e 1,5 assist nelle sue ultime quattro partite, compreso un 28+14 nella partita precedente contro San Antonio.

Le opinioni qui espresse non riflettono necessariamente quelle della NBA o delle sue organizzazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *