Cura della Canna di Massa (Draceana fragrans Massaengea) (Dracaena fragrans Massaengea)

La Canna di Massa (Draceana fragrans Massaengea) cresce su caratteristici rami di legno marrone spesso.
Mass Cane (Draceana fragrans Massaengea) cresce su caratteristiche canne legnose marroni e spesse.

Una grande pianta d’appartamento preferita

Mass Cane (Dracaena fragrans Massangeana, o Dracaena massangeana), chiamata anche “pianta di mais”, è una pianta d’appartamento molto usata. È una delle diverse varietà popolari di Dracaena, tra cui Dracaena lisa, Dracaena marginata e Dracaena compacta.

Ci sono diverse ragioni per cui la canna massiccia è così popolare.

  • La canna massiccia è tollerante alla maggior parte delle condizioni di illuminazione interna.
  • È poco costosa. E ‘di solito il più economico e molto economico Dracaena rispetto ad altre piante d’appartamento.
  • Crescita lenta significa che la canna massiccia si adatta in uno spazio particolare per lungo tempo con poca manutenzione.
  • Crescita lenta significa che la canna massiccia si adatta in uno spazio particolare per lungo tempo con poca manutenzione.
  • Lunghe foglie a forma di cinghia rendono la pianta facile da pulire.
  • L’irrigazione è facile.
  • La canna da zucchero ha l’altezza e l’aspetto di un albero, ma può adattarsi all’interno e richiede meno manutenzione di altre piante come il Ficus, il Rhapis o il mogano.

Tutte queste qualità rendono la pasta di canna una scelta ideale per una pianta alta da interno

Habitat originario: Guinea superiore

{“lat”: 13.860143, “lng”: – 3.333286, “zoom”: 5, “mapType”: “HYBRID”, “markers”: }

Scegli uno spazio

La serie cane tollera una grande varietà di condizioni di luce interna. Idealmente, scegliete uno spazio con una luce naturale moderata o un’illuminazione artificiale benefica.

La luce moderata fornirà tutto ciò di cui questa pianta ha bisogno per mantenersi. Essendo una pianta a crescita lenta, la canna da zucchero manterrà la sua altezza e la sua forma per un po’ di tempo. È una scelta eccellente per gli uffici con illuminazione fluorescente.

Con la luce intensa, la crescita della pianta accelererà e avrà bisogno di fertilizzante più frequentemente per evitare i sintomi della clorosi. C’è anche una maggiore possibilità di sviluppare le cocciniglie in piena luce. Al di là di questi effetti collaterali, non c’è nessun problema nel collocare la pianta in uno spazio illuminato.

la luce bassa è l’opzione di illuminazione meno desiderabile. Alcune canne massicce possono sopravvivere in condizioni di scarsa luce. Tuttavia, poiché la scarsa luce rallenta il processo di fotosintesi della pianta, è necessario ridurre drasticamente la quantità di acqua. Altrimenti, la vostra pianta mostrerà continuamente i sintomi dell’eccesso d’acqua. Il controllo del livello di umidità in questa impostazione sarà più difficile.

Acqua

L’irrigazione è abbastanza semplice. Se collocata in luce moderata, la pianta deve essere annaffiata quando la superficie del suolo è asciutta al tatto. Annaffiare abbastanza da inumidire il terreno in tutto il vaso. Nella maggior parte delle condizioni moderate, non c’è bisogno di lasciare l’acqua in eccesso sul rivestimento della pianta. Lasciare che la superficie del terreno si asciughi al tatto prima di annaffiare di nuovo.

  • In condizioni di luce moderata, la pianta dovrebbe essere annaffiata ogni settimana o due.
  • In aree di luce elevata, potrebbe essere necessario lasciare un po’ d’acqua nel liner o annaffiare più frequentemente.
  • In condizioni di luce scarsa, si vorrà annaffiare meno frequentemente. Assicurati di lasciare alle canne con poca luce un periodo di asciugatura.

Ricorda che la canna da zucchero è una pianta a crescita lenta e a reazione lenta. Possono passare settimane prima che la pianta mostri i sintomi dell’eccessiva trasudazione o dell’acqua insufficiente; a quel punto il danno sarà già avvenuto. Non lasciare che la confusione di questo ritardo provochi una correzione eccessiva.

Cosa succede sotto il suolo? Invasatura e radici

Le canne massicce di solito hanno steli multipli. Le canne nei vasi con un diametro di 10″ o più sono affusolate in altezza sopra il vaso e sotto la superficie del suolo. Le radici del fusto più alto saranno più profonde nel vaso, e le radici più corte saranno più vicine alla superficie del terreno.

Tener conto di queste differenze di profondità può aiutarvi a risolvere i problemi di irrigazione.

Per esempio:

  • Se la canna più corta mostra segni di subalternità, ma la canna più alta sta bene, potrebbe essere necessario annaffiare più frequentemente perché le radici poco profonde probabilmente si asciugheranno tra le annaffiature.
  • Se la canna più alta mostra segni di sommersione, ma la canna più corta sta bene, probabilmente devi assicurarti di innaffiare abbastanza da inumidire lo strato inferiore del terreno.
  • Se la canna più alta mostra sintomi di eccesso d’acqua, ma quelle più corte sembrano a posto, allora è probabile che sia rimasta troppa acqua nella fodera, che travolge le radici profonde del vaso.
Foglie striate della canna di massa, che mostrano la caratteristica striscia gialla.
Foglie di canna da zucchero, che mostrano la caratteristica striscia gialla.

Problemi comuni

Per quanto sia facile prendersi cura di questa pianta, ci sono alcuni problemi molto tipici associati alla canna da zucchero.

  • La cocciniglia è il parassita più comune. Il miglior trattamento è quello di mantenere la pianta sana, pulire qualsiasi insetto visibile dalle foglie e rimuovere le nuove corone di foglie se necessario.
  • Le macchie marroni lungo le foglie, specialmente sulla nuova crescita, sono comuni. Ci sono alcune possibili cause per questo. Una pianta più vecchia può avere radici che sono cresciute fuori dal vaso, che dovrebbero essere tagliate. Inoltre, i sali dell’acqua possono accumularsi nel terreno; se ciò accade, è necessario aggiungere altro terreno. Se la nuova crescita mostra delle macchie, potete tagliare le corone per catalizzare una nuova crescita più sana. Il seguente link video mostra come potare le chiome del fogliame.
  • Gli steli troppo cresciuti si possono trovare sulle piante più vecchie e possono diventare allampanati e fuori controllo. Gli steli dovrebbero essere tagliati indietro. Usate il seguente video come guida per la potatura.
  • I rami storti, inclinati o storti sono spesso il risultato di una pianta inclinata verso una fonte di luce o di un’irrigazione irregolare. Può anche essere il risultato di una pianta rovesciata o spostata con la forza. Raddrizzare un bastone è semplice: basta spingere il bastone nella sua posizione verticale e riempire il terreno per la stabilità. Assicurati anche di ruotare la tua pianta regolarmente per bilanciarla e annaffiare uniformemente sulla superficie del suolo.
  • Le punte delle foglie marroni sono spesso il risultato di un’annaffiatura eccessiva o incoerente. Anche i professionisti delle piante molto esperti creano punte marroni. Le foglie a strisce distinte sono troppo compiacenti da tagliare, quindi pota per ripristinare l’aspetto del fogliame sano.
  • Le foglie gialle possono essere causate dall’acclimatazione, dall’immersione o dall’età. C’è un trucco per rimuovere le foglie dalla pianta del mais. Partendo dalla punta, dividere la foglia nel mezzo e iniziare a strappare dal centro verso il basso fino alla fine. I due segmenti dovrebbero staccarsi facilmente.
  • Gli steli raggrinziti sono dovuti ad una grave bagnatura o all’irrigazione delle radici.
  • Gli steli marci, o i rami morbidi, sono dovuti ad un’eccessiva irrigazione o a danni alle radici.
  • I moscerini dei funghi possono essere un problema per qualsiasi pianta d’appartamento. Di solito sono causati da un eccesso d’acqua.

Un po’ di comprensione può fare molto per rendere la pasta di canna una pianta d’appartamento molto facile e duratura per quasi tutti in qualsiasi spazio.

  • Un po’ di comprensione può fare molto per rendere la pasta di canna una pianta d’appartamento molto facile e duratura per quasi tutti in qualsiasi spazio.
  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *