Cos’è Magisk manager e cosa può fare con il ROOT

ROOT

Magisk Manager è una popolare applicazione per telefoni Android che permette di rootare i dispositivi senza intervenire nella partizione di sistema.

Il ROOT su Android esiste ancora, ma è qualcosa che è andato perdendosi fino al punto in cui i dispositivi sono difficilmente rootati. Ci saranno sempre utenti che vorranno prendere il pieno controllo del vostro Android, ma questa azione è sempre meno essenziale date le capacità degli ultimi telefoni e le ultime versioni del sistema.

Con le marche e Google che combattono contro il ROOT e la modifica del sistema c’è un nome che sta prendendo particolare rilevanza: Magisk, il “ROOT Systemless”. Sapete cosa fa questo software e quali sono i suoi vantaggi? Spieghiamo.

ROOT quasi universale con strumenti anti-rilevamento

Cos'è Magisk manager e cosa può fare con il ROOT

Google, i produttori di dispositivi e gli sviluppatori di app sono imbarcati in una crociera contro la modifica del sistema. Non c’è da stupirsi: mette a rischio i dispositivi e la sicurezza che offrono agli utenti. I mezzi di pagamento sono esposti, così come i dati sensibili, i documenti… E le applicazioni con acquisti in-app; oltre all’aumento degli imbrogli nei giochi.

È il solito: pagano il giusto per i peccatori; anche se ci saranno sempre modi per rootare l’Android anche se l’utente rischia di perdere certi vantaggi. Qual è il maggior successo sta acquisendo? Magisk.

Magisk è un sistema ROOT per quasi tutti i dispositivi Android che non altera le partizioni di sistema permettendo una modalità di rooting non solo più sicura, anche prova di molte applicazioni che rendono il rilevamento ROOT uno dei locali per lavorare. Magisk è in continuo sviluppo e aggiornamento: ora è nella versione v12.

Come fare il root usando Magisk

Cos'è il manager Magisk e cosa può fare con il ROOT

Magisk è pensato per essere flashato su quasi tutti i dispositivi Android indipendentemente dalla versione del sistema, anche se non funziona su tutti i telefoni, tablet e ROM. Per installare è obbligatorio che il dispositivo abbia una Custom Recovery, TWRP o CWM. Una volta preso in considerazione questo, dobbiamo sottolineare l’ovvio: questo processo è molto pericoloso. Detto questo: Magisk può essere disinstallato senza troppi problemi se qualcosa va storto durante il processo.

Per effettuare il root con Magisk è necessario fare quanto segue:

    • Scaricare l’ultima versione da questo thread di XDA Developers. Attualmente è la v12.
    • Riavvia in modalità di recupero con Magisk caricato nella memoria.
    • Clicca sull’opzione “Flash” in recupero, scegli Magisk e accetta il flashing.
    • Una volta fatto devi solo avviare nuovamente il sistema e, se non ci sono state complicazioni, dovresti già avere il tuo Android rootato.
    • Nel caso in cui si voglia disinstallare Magisk è sufficiente flashare l’Uninstaller, che si trova nello stesso thread.

Ora avete bisogno di un’applicazione che sia responsabile del filtraggio dell’accesso alle cartelle di sistema. Proprio come Super SU, anche se adattato a Magisk. La soluzione è Magisk Manager, che può essere trovato nel Google Play Store. Scaricalo una volta che hai flashato lo zip e hai tutto pronto per usare le applicazioni che hanno bisogno dell’accesso ROOT per funzionare.

Scarica l’applicazione

Da Magisk Manager puoi abilitare ROOT ogni volta che vuoi per evitare problemi con le applicazioni che lo rilevano. Permette anche di installare moduli per espandere le possibilità di questa applicazione.

Come abbiamo sottolineato sopra, questo processo è abbastanza pericoloso, quindi non lo consigliamo. Agite solo se siete disposti a correre dei rischi. Al giorno d’oggi ROOT non è molto necessario, quindi probabilmente puoi cavartela senza.

Seguici su Telegram, guarda le nostre foto su Instagram, ascolta il nostro Podcast 9000 bit e iscriviti al nostro canale Youtube

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *