Cos’è la vena ulnare mediana?


Significato | Concetto | Definizione:

La vena cubitale mediana, nota anche come vena cubitale intermedia, è una vena della parte superiore del braccio umano. Collega le vene basilica e cefalica nella parte superiore del braccio in modo che le tre insieme formino una forma approssimativa di “H”; serve come un connettore centrale o orizzontale, che è in parte dove ottiene l’aspetto “mediano” del suo nome. Insieme, queste tre vene sono una parte importante della struttura del flusso sanguigno nel braccio e giocano un ruolo nell’assicurare che il sangue scorra alla giusta pressione e velocità dalla parte inferiore del braccio, incluso il polso, la mano e le dita, fino al cuore. Nella maggior parte delle persone, l’ulnare mediano è facilmente accessibile e abbastanza forte da sopportare un’aspirazione sostenuta, rendendolo un sito comune per la venipuntura o il prelievo di sangue. Tuttavia, questo può variare da persona a persona. Le persone che hanno subito molti prelievi di sangue o che hanno usato regolarmente aghi endovenosi a volte hanno le vene ulnari indebolite, e certe condizioni e problemi genetici possono anche indebolire queste vene.

Le vene portano il sangue deossigenato al cuore.

Importanza anatomica

Le vene sono importanti per diverse ragioni, ma la loro funzione primaria è quella di facilitare il flusso di sangue da varie parti del corpo al cuore. La vena ulnare mediana fa parte di una rete di vene che portano il sangue deossigenato dalla mano e dall’avambraccio al cuore e ai polmoni. Una volta che il sangue è ossigenato nei polmoni, può circolare nel resto del corpo attraverso le arterie. Come tutte le altre vene, questa è dotata di una serie di valvole che si chiudono e si aprono in risposta al flusso sanguigno e impediscono al sangue di risalire il braccio.

La vena ulnare mediana è una vena di collegamento situata nella parte superiore del braccio.

Posizione e struttura di base

Il braccio umano ha diverse vene e arterie principali, e la famiglia di vene generalmente conosciuta come “ulnare” fa parte di questa struttura più grande. Si trovano nella fossa ulnare, che è l’area nella parte superiore del braccio che si increspa quando si piega il gomito. Alcuni si riferiscono a questo come alla “bocca del gomito”.

Chi ha una vena ulnare mediana indebolita può richiedere il posizionamento di una porta sotto la pelle se è necessario un accesso venoso frequente.

La vena ulnare mediana è superficiale, cioè è vicina alla superficie. Questo lo rende facile da localizzare premendo leggermente lungo la pelle all’interno del gomito. Di solito corre in senso longitudinale, attraversando da un lato del gomito interno all’altro, e poi continua lungo il braccio. Anche se c’è qualche variazione da persona a persona, la posizione è abbastanza coerente. A volte è più facile da trovare cercando prima le vene basiliche e cefaliche più grandi, poi tracciandole lungo il braccio fino a quando sono attraversate dalla mediana ulnare.

La vena basilica corre su e incontra la vena cefalica vicino al gomito.

Ruolo nei prelievi di sangue

Flebotomisti e infermieri sono spesso addestrati a cercare questa vena quando devono prelevare il sangue. La vena cefalica può essere difficile da usare per prelevare il sangue perché tende a scivolare quando l’ago viene a contatto con essa. La vena basilica a volte può essere troppo lunga e sottile per ottenere una buona estrazione e può essere incline a collassare. Al contrario, la vena ulnare mediana è abbastanza corta e, quando il gomito è esteso, la pelle e i muscoli sono istruiti, il che aiuta a fissare la vena in posizione. Questo impedisce che esca da sotto l’ago.

Le persone che hanno avuto molti prelievi di sangue possono avere le vene ulnari indebolite.

Problemi comuni

Le persone che hanno avuto molti prelievi di sangue, di solito come risultato di una condizione medica o di un regime di trattamento, a volte sviluppano pareti indebolite in questa particolare vena. La vena funziona ancora bene in termini di spostamento del sangue da un posto all’altro, ma prelevarlo con un ago può essere difficile. Anche le persone che usano spesso aghi intravenosi nell’articolazione del gomito hanno spesso questo problema. In questi casi, il sangue di solito deve essere prelevato altrove.

Le vene superficiali corrono vicino alla superficie della pelle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *