Copan Mayan Ruins Honduras Principali attrazioni

Il parco principale

L’ingresso include una visita al parco principale e al sito archeologico Sepulturas. Il museo è senza dubbio una nuova grande attrazione del parco. Due diversi tunnel sono aperti al pubblico: Il tunnel “Rosa Lila” e il tunnel “Los Jaguares”.

Il parco ha cinque aree fondamentali di interesse: La Corte del Ballo, La Grande Piazza, La Scala Geroglifica, L’Acropoli e I Tunnel.

Rovini Maya di Copan Honduras - Guida di Viaggio - Tropical Discovery

Rovini Maya di Copan Honduras - Guida di Viaggio - Tropical Discovery

Corte della palla delle rovine Maya – Sito archeologico di Copan, Honduras

Il cortile della palla

Considerato il centro sociale della città. Questo parco è di gran lunga il campo da gioco più artistico della Meso-America. Unici sono i marcatori sulle pareti laterali, che assomigliano a teste di ara. Il lavoro finale fatto su questo campo da gioco risale all’epoca del sovrano 18 Rabbit.

Rovini Maya Copan Honduras - Guida di Viaggio - Tropical Discovery

Rovini Maya Copan Honduras - Guida di Viaggio - Tropical Discovery

La Grande Piazza, Copan Ruinas Archaeological Park, Copan, Honduras

La Grande Piazza

Famosa per le stele e gli altari che sono sparsi in questa immensa piazza. La maggior parte delle stele che sono in piedi oggi sono state erette durante i tempi del 13° sovrano, conosciuto come 18 Conigli tra gli anni 711 e 736. Molti degli altari hanno una forma zoomorfa.

Piramide e Stella nell’antica città Maya di Copan in Honduras

La scala geroglifica

Questo tempio unico custodisce il più lungo testo conosciuto lasciatoci dall’antica civiltà Maya. Fu eretto dal sovrano numero 15, conosciuto come Smoke-Shell e si crede che sia un albero del lignaggio, che registra l’ascesa e la morte di tutti i sovrani di Copan da Yax-Kuk-Mo a Smoke-Shell.

I 5 ritratti situati nella scala rappresentano cinque successori della dinastia. Purtroppo, i glifi non possono essere letti perché i gradini erano tutti caduti fuori posto. Gli archeologi hanno ricostruito il tempio, ma non avevano modo di sapere a chi appartenesse ogni pezzo. Oggi, questo magnifico tempio ha un enorme telo che lo copre per proteggere i gradini da un’ulteriore erosione, che purtroppo ha già danneggiato gran parte dei glifi.

Rovini Maya di Copan Honduras - Guida di Viaggio - Tropical Discovery

Rovini Maya di Copan Honduras - Guida di Viaggio - Tropical Discovery

Piramide e Stella nell’antica città Maya di Copan in Honduras

L’Acropoli

L’acropoli è divisa in due grandi piazze: la corte ovest e la corte est. La corte ovest ospita il tempio 11 e il tempio 16 con l’unico altare Q posto alla sua base. Il tempio 11 fu costruito durante il regno di Yax-Pac, ed è il suo contributo architettonico più significativo a Copan. Questo tempio molto elaborato doveva essere il suo portale verso l’altro mondo. L’altare Q è stato ora completamente “letto” e raffigura ciascuno (16) dei membri della dinastia Copan… compreso Yax-Pac, seduto sul proprio glifo. In esso, il fondatore della dinastia Yax-Kuk-Mo sta passando lo scettro del potere direttamente a Yax-Pac.

Il tempio 16 si trova tra la corte est e la corte ovest, e nella sua ultima fase, fu terminato da Yax-Pac. Un aspetto unico di questo edificio è che, per qualche motivo, il precedente tempio in piedi non è stato deturpato o “disattivato o terminato”, ma invece è stato fatto un grande sforzo per costruirci sopra senza danneggiarlo. Questo antico tempio è conosciuto oggi come il “Tempio Rosa Lila, o Tempio del Sole” e la sua scoperta ha aiutato gli archeologi a capire come appariva Copan nei suoi giorni di gloria. Le belle maschere di stucco di questo edificio conservano i loro colori originali, e una replica di questo tempio è in corso di realizzazione presso il nuovo museo di scultura.

I tunnel

Gli studi archeologici a lungo termine e gli scavi a Copan hanno portato allo scavo di molti tunnel sotto il sito stesso. Infatti, ci sono più di 4 chilometri di tunnel sotto l’acropoli.

Questi hanno permesso agli archeologi di vedere le prime fasi della struttura urbana di Copan, così come la scoperta di importanti tumuli che ci hanno insegnato molto degli antichi Maya. A partire dal marzo 1999, due di questi tunnel sono aperti al pubblico in modo limitato. Solo dieci persone saranno ammesse in ogni tunnel e saranno accompagnate da una guida. Il biglietto d’ingresso aggiuntivo di 10,00 dollari USA a persona deve essere pagato per accedere ai tunnel. I tunnel aperti sono il Rosa Lila Tunnel, che si trova sotto il tempio 16 e rappresenta quello che è forse l’edificio in stucco meglio conservato della civiltà Maya. Una replica a grandezza naturale di questo tempio può essere vista al Museo della Scultura Maya all’interno del parco. L’altro tunnel è il “Los Jaguares Tunnel” Questo tunnel è lungo più di 700 metri, e tra gli altri punti salienti, vedrete quello che era uno dei tumuli più importanti di Copan: Il Tumb di Galindo, scoperto più di un secolo fa!

Sito Archeologico Las Sepulturas

Il sito archeologico “Las Sepulturas” fa parte del “PAC” (Proyecto Arqueológico Copán) e si trova a un miglio dall’acropoli centrale. Questo piccolo sito è stato molto importante per capire come viveva l’élite maya durante i giorni precedenti al crollo di Copán.

Probabilmente la domanda più posta dai turisti che visitano un sito come Copán è: dove viveva la popolazione? Una buona parte della risposta a questa domanda può essere trovata a “Las Sepulturas”. Inoltre, ti piacerà camminare per i suoi sentieri, ascoltare gli uccelli e la fauna selvatica, ed essere circondato dalla tranquillità della zona. Non ci sono guide sul posto, quindi se desiderate una visita guidata, che è altamente raccomandata, assicuratevi di assumerne una al centro visitatori all’ingresso del parco principale di Copan.

Los Sapos

Comunemente indicato come il “luogo del parto”, “Los Sapos” è un sito molto piccolo situato sulle colline che dominano la valle di Copan. Gli studi suggeriscono che questa è una zona dove le antiche donne Maya copanecane andavano a partorire la loro prole. È facilmente accessibile tramite un’escursione a cavallo. È possibile organizzare una “guida”, di solito un giovane ragazzo della città, che vi condurrà lì. L’area si trova all’interno di un ranch privato, noto come Hacienda San Lucas. Questa vecchia hacienda è in fase di ristrutturazione e l’apertura è prevista per la fine di quest’anno (2006) con servizi per i visitatori, tra cui una caffetteria e un bed and breakfast molto accogliente. C’è una tassa d’ingresso per entrare nel sito. Probabilmente la vostra migliore opzione è quella di noleggiare un cavallo e una guida con uno dei tour operator locali in città. Il viaggio dalla città vi porterà via circa 45 minuti a testa. “Los Sapos” è interessante per il fatto che le pietre scolpite sono “in situ”. Inoltre, la vista della valle di Copan, della città e dell’acropoli principale vale la pena di fare una passeggiata!

Le stele della valle di Copan

Anche se la maggior parte delle “pietre dell’albero” o stele Maya si trovano nella piazza principale, ci sono una serie di stele che si trovano in tutta la valle in luoghi strategici. Alcune di queste sono facilmente accessibili, mentre altre richiedono uno sforzo per raggiungerle. Tutte furono erette da Butz Hunab K’awil, più comunemente conosciuto come Smoke Imix-God K come parte di uno sforzo per dimostrare il potere dei re maya, il potere della creazione, ereditato direttamente dagli Dei che fondarono l’ordine del mondo attuale. Attraverso loro, egli fece dell’intera valle di Copan il suo personale portale verso l’altro mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *