Continuiamo a imparare… nel programma ospedaliero

LOGO SIGAMOS ANIMADO

Oggi, nel nostro paese, il ritardo educativo è una questione prioritaria. E se affrontare questa situazione è essenziale, una proposta come quella proposta dal programma Sigamos aprendiendo… en el hospital, oltre che innovativa, permette di affrontare il problema.

Rivolto alla popolazione prigioniera negli ospedali che richiede un’educazione iniziale, di base e sostenuta da valori come la solidarietà, la consapevolezza e l’impegno a dare agli altri, Sigamos aprendiendo… en el hospital, è stato progettato per realizzare un legame tra salute e istruzione, e quindi evitare l’arretratezza educativa e la perdita del corso scolastico.

Rispondere alle necessità di educazione e istruzione di coloro che vivono in una condizione di malattia richiede progetti e programmi come questo, una formula alternativa sia per i malati che per le loro famiglie, se lo desiderano, possono essere integrati nel sistema educativo nazionale.

Il 5 ottobre 2010, l’Istituto Messicano di Sicurezza Sociale (IMSS) ha firmato un accordo di adesione al programma in questione, tra il Direttore Generale dell’Istituto Messicano di Sicurezza Sociale, il Segretario della Sanità e il Segretario dell’Istruzione Pubblica, istituzione che fino al 2015 ha implementato 37 aule in diversi stati della Repubblica.

/cms/uploads/image/file/426325/SIGAMOS_AULAS.png

Attualmente Sigamos aprendiendo? in ospedale opera nei 32 stati della Repubblica Messicana, e ha 193 aule 143 di loro in 106 ospedali appartengono al Ministero della Salute, nei 32 stati e 47 appartengono all’Istituto Messicano di Sicurezza Sociale (IMSS) in 27 entità federali e 3 appartengono all’Istituto di Sicurezza e Servizi Sociali dei Lavoratori dello Stato (ISSSTE).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *