Come atterrerà Perseverance su Marte?

Simulazione di atterraggio in tempo reale

Tempo di atterraggio

Il nuovo rover scientifico della NASA – Perseverance – è in fase di avvicinamento finale a Marte.

17 febbraio 2021: Gli ingegneri del Jet Propulsion Laboratory della NASA nella California del Sud hanno confermato che la navicella è sana e in linea con l’obiettivo di toccare il suolo nel cratere Jezero intorno alle 3:55 p.m. EST (12:55 p.m. PST) il 18 febbraio 2021.

“Perseverance è la missione del rover di Marte più ambiziosa della NASA, focalizzata scientificamente a scoprire se ci sia mai stata vita su Marte in passato”, ha detto Thomas Zurbuchen, amministratore associato per il Science Mission Directorate al quartier generale della NASA a Washington. “Per rispondere a questa domanda, il team di atterraggio avrà il suo bel da fare per portarci al cratere Jezero – il terreno marziano più impegnativo mai preso di mira per un atterraggio.”

Minuto per minuto

Il commento in diretta della NASA TV inizia alle 2:15 p.m. EST (11:15 a.m. PST) del 18 febbraio. Gli ingegneri si aspettano di ricevere la notifica delle pietre miliari chiave per l’atterraggio ai tempi stimati qui sotto. (A causa della distanza che i segnali devono percorrere da Marte alla Terra, questi eventi hanno effettivamente luogo su Marte 11 minuti e 22 secondi prima di quanto annotato qui: La parte del veicolo spaziale che ha fatto volare Perseverance – con l’Ingenuity Mars Helicopter della NASA attaccato alla sua pancia – attraverso lo spazio per gli ultimi sei mesi e mezzo si separerà dalla capsula d’ingresso a circa 3:38 p.m. EST (12:38 p.m. PST).

  • Ingresso nell’atmosfera: Il veicolo spaziale dovrebbe colpire la parte superiore dell’atmosfera marziana viaggiando a circa 12.100 mph (19.500 kph) alle 3:48 p.m. EST (12:48 p.m. PST).
  • Picco di riscaldamento: L’attrito dell’atmosfera riscalderà il fondo del veicolo spaziale a temperature fino a circa 2.370 gradi Fahrenheit (circa 1.300 gradi Celsius) alle 3:49 p.m. EST (12:49 p.m. PST).
  • Dispiegamento del paracadute: Il veicolo spaziale dispiegherà il suo paracadute a velocità supersonica intorno alle 3:52 p.m. EST (12:52 p.m. PST). Il tempo esatto di spiegamento è basato sulla nuova tecnologia Range Trigger, che migliora la precisione della capacità della navicella di colpire un obiettivo di atterraggio.
  • Separazione dello scudo termico: Il fondo protettivo della capsula d’ingresso si staccherà circa 20 secondi dopo il dispiegamento del paracadute. Questo permette al rover di usare un radar per determinare quanto è lontano da terra e impiegare la sua tecnologia di navigazione relativa al terreno per trovare un sito di atterraggio sicuro.
  • Separazione del guscio posteriore: La metà posteriore della capsula d’ingresso che è fissata al paracadute si separerà dal rover e dal suo “jetpack” (noto come stadio di discesa) alle 3:54 p.m. EST (12:54 p.m. PST). Il jetpack userà dei retrorazzi per rallentare e volare verso il sito di atterraggio.
  • Touchdown: La fase di discesa del veicolo spaziale, utilizzando la manovra della gru del cielo, abbasserà il rover verso la superficie su tiranti di nylon. Ci si aspetta che il rover tocchi la superficie di Marte alla velocità della camminata umana (circa 1,7 mph, o 2,7 kph) intorno alle 3:55 p.m. EST (12:55 p.m. PST).
  • Una varietà di fattori può influenzare la tempistica precisa delle pietre miliari elencate sopra, comprese le proprietà dell’atmosfera marziana che sono difficili da prevedere fino a quando la navicella non vola effettivamente attraverso.

    I controllori della missione potrebbero anche non essere in grado di confermare queste pietre miliari nei tempi sopra elencati a causa della complessità delle comunicazioni nello spazio profondo. Il flusso di dati tecnici dettagliati (chiamati telemetria) in tempo quasi reale si basa su un nuovo tipo di capacità di relè aggiunto l’anno scorso al Mars Reconnaissance Orbiter (MRO) della NASA. Gli ingegneri si aspettano che ulteriori dati ritornino sulla Terra direttamente attraverso il Deep Space Network della NASA e altre due antenne terrestri fino a poco prima del touchdown.

    È importante notare che il rover può atterrare in sicurezza su Marte senza comunicazioni con la Terra: Perseverance ha istruzioni di atterraggio pre-programmate e una notevole autonomia. Ulteriori passaggi di comunicazione sono previsti nelle ore e nei giorni successivi all’atterraggio.

    Una volta sulla superficie, una delle prime attività di Perseverance sarà quella di scattare foto della sua nuova casa e trasmetterle alla Terra. Nei giorni seguenti, gli ingegneri controlleranno anche la salute del rover e dispiegheranno l’albero di telerilevamento (altrimenti noto come la sua “testa”) in modo che possa scattare altre foto. Il team di Perseverance impiegherà poi più di un mese per ispezionare a fondo il rover e caricare un nuovo software di volo per preparare la sua ricerca di vita antica su Marte. Durante lo stesso periodo, il team di Ingenuity Mars Helicopter si assicurerà che il loro piccolo ma potente robot sia preparato per il primo tentativo di volo aerodinamico controllato e motorizzato su un altro pianeta.

    “Il team di Ingenuity sarà sul bordo delle nostre sedie con il team Perseverance il giorno dell’atterraggio”, ha detto MiMi Aung, il project manager di Ingenuity al JPL. “Non vediamo l’ora che il rover e l’elicottero siano entrambi al sicuro sulla superficie di Marte e pronti all’azione.”

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *