Citazioni sulla monogamia

“-Guarda, buon Dio, che la legge sul matrimonio gay sia maledetta. Eravamo una coppia normale. Abbiamo scopato come pazzi, come pazzi, abbiamo scopato insieme e separatamente, in tre, in quattro, in gruppo, in famiglia, abbiamo scopato senza sosta. Per strada, in macchina, nelle porte, nei cinema, nei bar, nei treni, negli orinatoi pubblici, nei musei…. E poi è arrivato il matrimonio gay. E abbiamo mandato tutto a puttane. Siamo diventati, letteralmente, un matrimonio, come è potuto succedere a noi? Beh, non lo so, ma è successo. Ci siamo sposati e abbiamo smesso di scopare. Non all’inizio, che era come la luna di miele. Ma dopo questo, era finita. I giorni cominciarono a passare, e le settimane, e i mesi, e tutto peggiorò. Le orge sono diventate occasionali quartine. E i rapporti a quattro sono diventati a tre e a tre con persone di cui ci si fidava. E alla fine anche le cose a tre sono scomparse perché, sapete, non posso lasciare che qualcuno scopi mio marito. Così ci siamo scopati a vicenda e questo è una vera rottura di palle. Ancora di più quando lo stronzo Paco non vuole mangiare il mio cazzo perché dice che gli rovina le corde vocali. Prima non l’avevo nemmeno notato. Ma dato che siamo due froci monogami, i difetti sono evidenti. Abbiamo fatto una cazzata, amico. Fottuto Zapatero”.
– Brigitte Vasallo, PornoBurka-Desventuras del Raval y otras f(r)icciones contemporáneas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *