Certificare la ISO 9001:2008 o aspettare la versione ISO 9001:2015?

Durante lo sviluppo della nuova versione della ISO 9001, sono già uscite un paio di bozze e con esse i dubbi, soprattutto da parte di coloro che intendono con entusiasmo implementare e certificare il loro sistema di qualità.

La domanda trending topic di questi giorni è:

La mia organizzazione dovrebbe essere certificata con la ISO 9001:2008 o dovrei aspettare il rilascio della nuova versione 2015?

Separare…

Bene, se intendiamo rispondere, dovremmo differenziare coloro che si preoccupano veramente di avere un SGQ che li aiuti a realizzare la strategia globale della loro organizzazione… da coloro che intendono avere un certificato per sfoggiarlo nelle strategie di marketing… Si fa bene se ci concentriamo sui primi?

Prima di tutto bisogna aver ben compreso alcune premesse di base sul QMS:

  • IQMS sono focalizzati sulla soddisfazione del cliente
  • L’implementazione di un QMS può richiedere da 6 a 18 mesi
  • L’esperienza QMS facilita i cambiamenti o le transizioni
  • IQMS supportano la strategia dell’organizzazione
  • L’approccio per processi dei QMS aumenta la produttività
  • Non si tratta solo di certificazione, sono anche sull’efficienza
  • La concorrenza migliora ogni giorno, lo fanno senza sosta
  • Il marketing fa la prima vendita, quelle successive sono fatte dalla QUALITÀ
  • Di costi di certificazione meglio non parlare nemmeno! 🙂

Diversi punti di vista per rispondere…

Le organizzazioni centrate sul cliente sanno che i clienti non aspettano, che potrebbero optare per prodotti e servizi di qualità provenienti dalla concorrenza anche ad un prezzo migliore.

Sanno che la tecnologia è dalla loro parte, di questi tempi la concorrenza è a portata di click.

I clienti della vostra organizzazione vi aspettano nel 2015 per implementare un SGQ per migliorare la qualità dei prodotti e dei servizi che offrite loro, Certo che no!

“La migliore pubblicità è quella dei clienti soddisfatti” Philip Kotler

Implementare un SGQ non è come fare enchiladas svizzere.

Crescere un bambino richiede tempo, attenzione e molta cura… Anche l’implementazione di un SGQ richiede tempo, è un progetto che richiede azioni pianificate e follow-through sui dettagli.

Piccole aziende con processi semplici potrebbero impiegare sei mesi, questo tempo aumenta a seconda delle dimensioni dell’organizzazione, della natura e della complessità dei suoi processi; aziende multisito potrebbero impiegare fino a 18 mesi o più.

La pubblicazione della ISO 9001:2015 sarà a settembre 2015, noi siamo a maggio 2014, è ancora molto tempo, dovrete ancora aggiungere il tempo necessario per sviluppare il SGQ nella vostra organizzazione per accedere alla certificazione.

Seriamente,

“La perfezione si raggiunge non quando non c’è più niente da aggiungere, ma quando non c’è più niente da togliere” Antoine de Saint-Exupery

L’esperienza di QMS facilita la transizione alle nuove versioni.

Si stima che la norma ISO 9001:2015 cambierebbe, nel contenuto e nella struttura, di oltre il 30% rispetto alla versione ISO 9001:2008.

Mentre le bozze propongono di semplificare alcuni requisiti, per esempio nella documentazione, ci sono anche nuovi requisiti, come la gestione del rischio, che richiederanno a molti leader del SGQ di avere nuove competenze.

Iniziare da zero implementando una nuova versione è più difficile che iniziare una transizione di versione con la conoscenza e l’esperienza della gestione di un sistema di qualità già implementato.

“Il buon giudizio viene dall’esperienza…e l’esperienza viene dal cattivo giudizio” Rita Mae Brown

Noi non abbiamo un certificato! Cosa venderemo?…

I SGQ non sono stati concepiti per sostenere le strategie di marketing; fino alla versione ISO 9001:2008, la sua adozione viene sollevata come una decisione che dovrebbe sostenere la strategia globale dell’organizzazione.

La versione 2015 ha un approccio più strategico, supporta l’analisi delle opportunità e dei rischi che l’organizzazione ha nel suo contesto, che sarà abbastanza adeguata al momento di atterrare obiettivi di qualità che siano veramente utili per l’organizzazione.

Molte organizzazioni implementano l’ISO 9001 solo alla ricerca di un certificato per il loro marketing e le loro vendite, anche se la vendita è una parte fondamentale del business, questo da solo non assicurerà lunga vita al business se non vengono presi i passi strategici necessari.

Il marketing assicura solo la prima vendita, la qualità del prodotto e del servizio assicura la vendita più importante… la seconda vendita e quelle successive.

“Abbiamo un piano strategico. Si chiama fare le cose per bene” Herb Kelleher

Una questione di costi…

Nuova versione! 🙂 , un prodotto ISO migliorato! 🙂 , PIÙ SPESSO! 🙁 … diciamocelo, la nuova versione ISO 9001:2015 probabilmente comporterà un tantino di più in costi di certificazione, monitoraggio e ricertificazione… le organizzazioni già certificate in ISO 9001:2008 potrebbero non soffrirlo più di tanto, sono già clienti illustri delle case certificatrici, in più in certe attività sono già riuscite ad essere autosufficienti e hanno imparato a gestire bene i costi nella linea temporale.

“Ciò che non si prevede con la testa si sopporta con la schiena” Anonimo

Sportività, o competizione?…

Mentre le organizzazioni cercano di superare i loro concorrenti sul mercato, quello che stanno realmente facendo è migliorare per i clienti e questo viene accelerato quando possono imparare da coloro che lo fanno meglio e più velocemente.

Credetemi! I concorrenti della tua organizzazione potrebbero lavorare ora sull’innovazione e sul miglioramento della qualità dei loro prodotti, mentre altri stanno lottando per implementare la ISO 9001 ora o nel 2015.

“Quando soffiano nuovi venti di tempesta alcuni corrono a rifugiarsi… e altri costruiscono mulini a vento” proverbio olandese

Che ne pensi? Le organizzazioni che intendono implementare e diventare certificate dovrebbero aspettare o iniziare oggi?

Che ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *