Caso Natalia Mellman: assoluzione dell’ex poliziotto annullata e ordinato nuovo processo

Ora, secondo la stampa locale e fonti giudiziarie locali, Panadero deve essere riprocessato da un altro tribunale che lo ha assolto dopo la decisione della Camera III della Corte di Cassazione penale che ha rovesciato quella sentenza.

Cassazione ha descritto come “arbitraria” la selezione delle testimonianze che ha fatto il TOC n. 4 e ha anche indicato che i rapporti di perizia erano stati omessi.

L’ufficio del pubblico ministero e il ricorrente aveva fatto appello alla misura del TOC n. 4, che nelle ultime ore era favorevole ed è stato ammesso dai giudici Ricardo Maidana e Fernando Luis Maria Mancini.

L’anno scorso il TOC n. 4 ha ritenuto di non poter provare la co-perpetrazione di Panadero e lo ha assolto.

Panadero non aveva fatto parte del primo processo in cui i poliziotti Ricardo Suarez, Oscar Echenique e Ricardo Anselmini furono condannati all’ergastolo nel settembre 2002 per gli stessi reati, poiché era stato licenziato prima dell’elevazione a processo.

“Me ne vado da qui con la speranza che qualcosa cambi”, ha detto alla radio Infobrisas Gustavo Mellman, il padre della vittima, aggiungendo che “stiamo parlando di una sentenza molto importante”.

Natalia Melmann aveva 15 anni quando fu rapita il 4 febbraio 2001 nella città di Miramar, e fu trovata quattro giorni dopo violentata e uccisa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *