BENEFICI DEI DIVERSI TIPI DI TERRENO PER LA CORSA

C’è una vasta gamma di pavimenti dove possiamo correre, ognuno ha diversi vantaggi e svantaggi che è importante conoscere per evitare lesioni e sfruttare i vantaggi di ciascuno.

Avere diversi pavimenti come opzione nei nostri allenamenti ci permette di essere più preparati per i cambiamenti che dobbiamo fare per il disagio, il tempo o altre cause.

In questa nota affronteremo i principali in modo da avere un orientamento in merito:

ASFALTO

L’asfalto è il pavimento più duro e non è consigliato correre molti chilometri a settimana per evitare lesioni, soprattutto se si soffre di periostite, scarsa muscolatura o sovrappeso.

Nonostante questo la maggior parte delle gare si svolge su questo pavimento e ha il vantaggio di avere un’ottima trazione per la spinta e la stabilità della corsa.

Per questo motivo si raccomanda che se hai intenzione di correre qualche gara su strada ti eserciti su questo pavimento, ma che non sia il più alto chilometraggio della settimana.

Si raccomanda anche il suo maggiore utilizzo se avete solo vicino a casa vostra terreni non molto pianeggianti, l’asfalto permette di correre con una falcata molto vicino al terreno, mentre in terreno sassoso come un esempio si dovrà aumentare il salto nella falcata, e si avrà più impatto sul ginocchio.

Sabbia

La sabbia della spiaggia è un terreno molto instabile per un corridore, non è raccomandata per un uso diverso dalla corsa in riva al mare su un terreno più duro con scarpe da ginnastica e poco inclinato.

Le possibilità di lesioni sono troppe, così come la sofferenza squilibri muscolari, ha solo il vantaggio come un terreno per lavorare la parte propriocettiva del battistrada.

Terra

Tutto il terreno piatto o simile è quello che dovremmo correre più miglia a settimana.

L’impatto è minore, ci permette con trazione adeguata per spostare in avanti confortevole e stabile.

L’importante è cercare un terreno pianeggiante senza molte pietre o pendenze che ci facciano cambiare passo o abbiano la possibilità di ferirsi facendo un passo sbagliato.

TRUNNING TAPE

Il tapis roulant ha la qualità di essere il terreno più morbido per correre, ideale per i giorni di forte pioggia o calore.

Inoltre ci permette di cambiare facilmente l’inclinazione quando si corre, o misurare il nostro passo, come il battito cardiaco.

Non è consigliabile fare più di metà del chilometraggio su un tapis roulant come si perde il senso naturale della corsa, e diventa anche molto monotono.

TRACK

La pista è un pavimento duro, ma che ci permette un maggiore rimbalzo e trazione quando si corre, ideale per il lavoro di velocità serie che sono brevi e stanno cercando di lavorare la tecnica di corsa, ma non è consigliato fare chilometraggio su di esso per la sua durezza e monotonia.

CESPED

Un tappeto erboso uniforme può essere di grande utilità per molti corridori che sono in sovrappeso o che hanno una scarsa muscolatura di corsa a causa della morbidezza.

Ha che se lo svantaggio di coprire molte buche o irregolarità che possono causarci alcune lesioni, così come se è bagnato per essere spesso molto scivoloso senza permetterci di spingere bene nel battistrada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *