A Biography of Sam Shoemaker

Sam Shoemaker 1957.

Sam Shoemaker 1957.

Samuel Moor Shoemaker è nato il 27 dicembre 1893, a Baltimora, Maryland. Ha frequentato la St. George’s School, un collegio episcopale a Newport, Rhode Island, e poi, a partire dal 1912, ha studiato all’Università di Princeton. Nel 1917, si recò in Cina per avviare una filiale YMCA e insegnare corsi di business. Mentre era lì, ha incontrato Frank Buchman, fondatore dell’Oxford Group. Dopo aver trascorso quel periodo in Cina, Sam tornò a Princeton nel 1919. Dal 1922 al 1933 Buchman lo visitò frequentemente, e più tardi Sam viaggiò con Buchman in Europa, nel Medio Oriente e in India, facendo lavoro missionario come avevano fatto in Cina. Nel 1925, sposò Helen Smith.

Durante l’inverno del 1923 e del 1924, mentre era ancora in viaggio con Buchman, la Chiesa Calvary di New York City contattò Sam. Erano alla ricerca di un nuovo rettore giovane ed energico e credevano che Sam potesse essere adatto alla posizione. Grazie agli sforzi di Sam, la partecipazione alle funzioni è aumentata significativamente durante i suoi primi anni. Inoltre, Sam si rese conto che gli edifici della chiesa erano fatiscenti e avevano bisogno di essere riabilitati. Tra il 1927 e il 1928, vendette alcune proprietà della chiesa, abbatté la vecchia casa del pastore e costruì la Calvary House, un edificio polivalente che ospitava le strutture della chiesa. Ha aperto nel 1928.

Nel 1951, la Calvary Church di Pittsburgh chiese a Sam di venire a servirvi come rettore. Il vescovo di quella chiesa chiamò Sam personalmente per telefono per convincerlo ad accettare l’incarico. Accettò e nel 1952 divenne rettore di quella chiesa. Dopo aver servito dieci anni alla Calvary Church di Pittsburgh, Sam è andato in pensione il 1° gennaio 1962. Il 31 ottobre dell’anno successivo, 1963, morì nel Maryland.

Sam Shoemaker: Amico degli A.A.

Bill W. scrisse nella A.A. Grapevine che “il dottor Shoemaker era una di quelle persone indispensabili agli AA. Se non si fosse preoccupato così tanto per noi all’inizio, la nostra Fellowship non esisterebbe oggi”. Anche prima che la Fellowship esistesse, l’aiuto del dottor Sam era tangibile. Come rettore della Calvary Church, Sam costruì la Calvary House, che servì per un certo periodo come rifugio per Ebby T. Sam fu anche direttore della Calvary Mission, una casa di rifugio per i senzatetto indigenti, un luogo che Bill visitò nel 1934 verso la fine dei suoi giorni da bevitore.

Sam fu anche un membro pioniere dell’Oxford Group, avendo incontrato Frank Buchman nel 1918 in Cina. La stretta associazione tra il Gruppo di Oxford e A.A. nei suoi primi giorni servì a forgiare l’associazione tra Sam e la Fellowship e con Bill W. All’inizio a Sam non piacque la decisione di Bill e di altri alcolisti di tenere riunioni indipendenti dal Gruppo di Oxford. Più tardi, dopo aver lasciato quel gruppo nel 1941, Sam chiese a Bill di scusarsi con lui per la disapprovazione del gruppo di Oxford e per aver dato troppo poco sostegno agli Alcolisti Anonimi.

Bill W. chiarì che Sam Shoemaker “ci ha trasmesso le chiavi spirituali con cui siamo stati liberati.”

Bill W. chiarì che Sam Shoemaker “ci ha trasmesso le chiavi spirituali con cui siamo stati liberati. I primi tre Passi degli Alcolisti Anonimi, il punto di partenza per la sobrietà nel programma degli A.A., furono in parte ispirati da Sam Shoemaker. Bill spiegò inoltre che “I principi dell’autoesame, del riconoscimento dei difetti del carattere, del fare ammenda per i torti subiti e del lavorare con gli altri, adottati dalla Fellowship nei suoi giorni pionieristici, ci vennero direttamente ed esclusivamente dai Gruppi di Oxford e da Sam Shoemaker, il loro leader in Nord America a quel tempo.”

Il dottor Shoemaker aiutò Alcolisti Anonimi in modi fondamentali. Fisicamente, la Chiesa del Calvario forniva un rifugio per gli alcolisti di New York City. Ancora più importante fu il suo aiuto spirituale, che ebbe un’influenza diretta sui Dodici Passi e sulla natura stessa del programma di recupero degli A.A.. La sua lunga e intima amicizia con Bill W. fu un sostegno per il cofondatore e aiutò la neonata Fellowship a superare le sfide dei primi anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *