10 motivi per tenere un blog se sei uno studente

Quando sei uno studente hai molto tempo a disposizione. Oltre a divertirti in questo periodo della tua vita, creare un blog può essere un modo in più per sfruttarlo al meglio. Ecco 10 ragioni per iniziare un blog se sei ancora all’università.

Ho iniziato il mio primo blog di maratona (in tedesco) all’età di 25 anni. È stato proprio nel periodo in cui ho iniziato a correre la maratona, finendo la mia prima gara in 3:12:24. Era il 2005, quando stavo già facendo il mio dottorato in Svizzera con progetti di consulenza per aziende. Avevo le mie 10-11 ore di lavoro ogni giorno e rimaneva poco tempo da dedicare ad altre materie. C’erano sempre le sere e i fine settimana in cui prendevo il portatile e scrivevo post sulla mia nuova passione (sempre che la mia ragazza non mi rimproverasse perché passavo tutto il giorno davanti al portatile).

Blogging per studenti

Vorrei aver scoperto il mondo del blogging prima, per esempio durante i miei studi. Non ho mai più avuto tanto tempo libero come allora. Sarebbe stato il momento ideale per lanciarsi nel blogging. Dedico questo post a tutti gli studenti che hanno la fortuna (e forse non ne sono consapevoli al 100%) di studiare e avere molto tempo libero. Forse questo post ti ispirerà a creare il tuo blog. Ho ancora 20 minuti per finire mentre il piccolo dorme, quindi mi limiterò a 10 motivi per farlo.

1. Generare un reddito mensile: è difficile diventare ricchi con un blog, ma con dedizione, desiderio e sforzo si può generare tra 100-1.000 euro ogni mese. Questo reddito extra potrebbe ora trovarvi un lavoro con qualcosa che non vi piace troppo. Bisogna anche dire che non si può ottenere dall’oggi al domani. Bisogna investire almeno 1 anno prima di vedere i primi risultati.

2. Posiziona il tuo nome su Google: le feste per studenti passano da offline a online in pochi minuti. La maggior parte delle persone porta con sé degli smartphone che permettono di caricare immediatamente foto o video sui social network. Quando invii il tuo curriculum alle aziende e la gente ti cerca su Google, un blog ti aiuta a posizionare il tuo nome prima dei link che potresti non voler far vedere a tutti.

3. Approfondire un argomento: se hai già un’idea di ciò su cui vuoi concentrarti più avanti nella tua carriera, un blog può aiutarti ad approfondire quell’argomento. Quello che si impara nei libri universitari è un contenuto che ha almeno 3-5 anni. Quando avrete scritto per un paio di mesi sarete anche in grado di portare nuove soluzioni e idee a un argomento e discutere allo stesso livello con il vostro professore.

4. Migliora il livello del tuo inglese: quando inizi a fare ricerche su un argomento non basta limitarsi alla letteratura in spagnolo. C’è una quantità molto più grande in inglese. Molti dei principali autori pubblicano probabilmente solo in inglese. Cogli l’opportunità di migliorare il tuo inglese (anche se si limita al vocabolario). All’inizio costerà un po’ di più, ma dopo un po’ vi accorgerete appena che state leggendo in un’altra lingua.

5. Avere il tuo curriculum online: con un blog puoi avere un curriculum online. Ma anche nella versione offline dovrebbe esserci il tuo blog. Dimostrerete di avere iniziativa perché fate più del minimo richiesto per finire la vostra laurea. Anche se il numero di studenti blogger sta crescendo, ci sono ancora pochi studenti blogger. Cogliere l’opportunità di distinguersi e mostrare proattività.

6. Ottenere contatti d’affari: un blog che si occupa di questioni d’affari raggiunge un target d’affari. Le persone che già lavorano nell’area o nel settore in cui vuoi entrare leggeranno il tuo blog. Se il tuo contenuto è interessante sicuramente molti cercheranno di creare qualche tipo di link attraverso LinkedIn, Twitter o la posta.

7. Trovare un lavoro: tra i contatti che genererai attraverso il tuo blog potrebbero esserci manager, cacciatori di teste o persone dei dipartimenti delle risorse umane. Non dovrebbe far male quando hai finito la tua laurea per non dover iniziare a inviare il tuo curriculum ma scegliere tra le diverse offerte di lavoro che ti sono arrivate.

8. Negoziare un salario più alto: i contatti che hai ottenuto attraverso il blog possono essere una giustificazione per negoziare un salario più alto. L’argomento sarà valido solo se questi possono essere realmente attivati perché sarà allora che l’azienda vedrà un valore reale e sarà disposta a pagare per questo.

9. Riciclare il lavoro universitario: durante la carriera universitaria spesso si creano molti contenuti che poi non vengono utilizzati per niente. Su Internet, il contenuto è il re. Forse ha senso pubblicare parti del tuo lavoro come post sul blog.

10. Iniziare il tuo business: un blog può essere il primo passo per iniziare il tuo business. Nella blogosfera c’è un’atmosfera molto imprenditoriale. Se ti lasci contagiare da esso, hai accesso a una vasta rete di contatti che possono aiutarti a fare i tuoi primi passi come imprenditore.

Sono appassionato di blogging ed è un argomento con cui sono onestamente un po’ ossessionato (soprattutto ora con la sfida del 2012 di pubblicare una volta al giorno). Ci sono queste 10 e sicuramente molte altre ragioni per bloggare se sei uno studente. Qual è la tua ragione per bloggare?

author-avatar

Posted by Carlos Bravo

Mi piace fare cose. Lancio progetti, creo aziende, scrivo libri e corro maratone. Se vuoi sapere le cose che non ho ancora menzionato devi continuare a leggere

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *